Con riferimento agli avvisi di accertamento per “infedele denuncia T.I.A.” notificati a molti cittadini castelvetranesi da parte della Belice Ambiente s.p.a. in liquidazione per gli anni 2005, 2006 e 2007, la Federconsumatori e la Camera del Lavoro di Castelvetrano esprimono profonda preoccupazione per le situazioni di grave disagio e preoccupazione create nella popolazione, in quanto, i suddetti avvisi di accertamento sono palesemente illegittimi e certamente vessatori per i seguenti motivi:

  • Nessuna integrazione può essere richiesta per gli anni 2005 e 2006 in quanto ogni eventuale credito afferente quegli anni è prescritto;
  • La società, continua a richiedere l’IVA non dovuta per la TIA e ciò in palese contrasto a quanto previsto per legge ed acclarato da apposita sentenza della Corte Costituzionale;
  • Non può essere imputata al contribuente nessuna “dichiarazione infedele” in quanto la società in passato non ha mai richiesto la denuncia della superficie degli immobili allo stesso intestati; alcuni contribuenti, peraltro, in presenza di cartelle di pagamento errate hanno per tempo provveduto a presentare agli uffici preposti idonea documentazione probante l’esatta estensione dell’immobile;
  • In base a quanto previsto dall’art.12 del D.Lgs. n.437/97 in presenza di adesione all’accertamento entro 60 giorni dalla notifica, il contribuente ha diritto ad una riduzione della sanzione al 25% e non già del 30% come preteso da Belice Ambiente;

Tutto quanto premesso e considerato che il ricorso per il tramite della Commissione Provinciale Tributaria di Trapani per l’annullamento dell’accertamento comporta ulteriori costi e spese non indifferenti a carico dei singoli contribuenti,

Si invita

la società Belice Ambiente s.p.a. in liquidazione ad effettuare tutte le attività idonee all’annullamento degli accertamenti notificati e, comunque, a rettificare gli importi reclamati limitandoli all’anno 2007 e detraendo le voci inerenti l’IVA e la percentuale delle sanzioni.

Si informano

gli utenti che, prima di effettuare i pagamenti dei suddetti avvisi, possono rivolgersi allo sportello FEDERCONSUMATORI sito presso la CGIL di Castelvetrano in via Garibaldi n. 44, dove è a disposizione uno staff di consulenti per fornire l’assistenza necessaria ad inoltrare istanza di annullamento o eventuale ricorso, di quanto erroneamente richiesto da Belice Ambiente spa.

Si invitano

gli utenti a presentarsi già muniti di tutta la documentazione in proprio possesso al fine di accelerare l’iter procedurale.

Federcosumatori Provincia di Trapani

Camera del lavoro di Castelvetrano