In merito alla riduzione del 10% dell’indennità di funzione, sulla nota di “Alleanza per la Sicilia”, si rileva quanto segue: certamente appare opportuno ed indispensabile dare un segnale tangibile ed efficace di grande responsabilità in un momento di grave crisi economica e finanziaria sia pubblica che privata che coinvolge tutti i settori sociali, ma non può essere accettato che taluni si intestino l’iniziativa come se fossero gli artefici del percorso già tracciato dall’Amministrazione teso ad un serio abbattimento dei costi della politica nel nostro Comune.

I consiglieri Curiale D’Angelo e Giurintano hanno superato i limiti dell’assurdo affermando che il Sindaco ha deciso la riduzione del 10% dell’indennità di funzione, su invito del gruppo consiliare di “Alleanza per la Sicilia”! Forse questo gruppo consiliare si pone l’obiettivo di passare alla storia per il repentino cambio di denominazione in “Alleanza per le frottole”.

Infatti il Sindaco, così come ha già stabilito lodevoli iniziative ed ha disposto importanti atti dimostrando eccellenti capacità amministrative e grandissime doti umane sin dall’inizio del suo insediamento, ha già disposto da tempo ed in piena sintonia con il partito di “Futuro e Libertà” e con la maggioranza tutta la riduzione del 10% dell’indennità di funzione senza attendere l’invito di nessuno, tanto meno di un partito dell’opposizione.

Si invita il gruppo consiliare degli Alleati a ricercare ulteriori argomentazioni utili e costruttive da proporre all’Amministrazione, verranno tenute in considerazione proposte che portino giovamento ai nostri concittadini.

Per quanto riguarda la tematica dell’abbattimento dei costi della politica il Sindaco e la maggioranza hanno già da tempo predisposto gli utili atti deliberativi senza attendere il loro invito.

Senza rancore,

il consigliere comunale di FLI
Salvatore Vaccarino