Un autocompattatore della societa’ Belice ambiente, che si occupa della raccolta dei rifiuti nel trapanese, è stato danneggiato nella notte.

Ignoti hanno appiccato le fiamme al mezzo parcheggiato nell’isola ecologica di Campobello di Mazara. Il rogo, domato dai vigili del fuoco di Castelvetrano, ha provocato danni alla cabina e al motore. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Il Sindaco della città di Castelvetrano, Dr. Giovanni Pompeo, seppur fuori sede per motivi istituzionali, appresa la notizia dell’incendio doloso all’auto- compattatore della Belice Ambiente, avvenuto la notte scorsa a Campobello di Mazara, ha manifestato la sua solidarietà al commissario Liquidatore della Belice Ambiente, Nicolò Maria Lisma: “Questi sono episodi di una gravità inaudita, che si aggiungono alle decine di attentati e di danni arrecati alla società d’ambito – afferma Pompeo– questi atti vanno condannati con fermezza poiché, per colpa di questi malviventi, si arrecano gravi disagi alla normale attività portata avanti dalla società per garantire i servizi- conclude il Sindaco – ed a pagarne le spese sono i cittadini che subiscono un disservizio. L’auspicio è quello che le Forze dell’Ordine possano individuare gli autori di questi atti e garantire agli operatori la possibilità di svolgere serenamente il proprio operato”