Approvato all’unanimità il documento con il quale, lo scorso giovedì 13 ottobre, la Direzione del Partito Democratico di Castelvetrano ha tracciato il percorso da intraprendere in vista delle prossime consultazioni elettorali amministrative, del quale si riporta di seguito uno stralcio:

“Il PD castelvetranese si candida al governo della Città, forte della presenza al suo interno di donne e uomini idonei ad affrontare le priorità della città e a fornire ai cittadini le risposte concrete e necessarie che si attendono.

Il PD castelvetranese si candida al governo della Città, insieme alle altre forze democratiche, come forza attrattiva di quel tessuto sociale, dinamico e moderno, che avanza, cercando di colmare il distacco della politica dalla società, per un rilancio nella gestione della cosa pubblica, con serietà, competenza, senso di responsabilità.

Il rilancio di Castelvetrano non può che passare dalla definizione di scelte programmatiche chiare e puntuali che, fondandosi sui principi irrinunciabili della legalità, della trasparenza e efficienza della P.A., del rispetto dell’ambiente, puntino ad una riqualificazione degli spazi civici in direzione di un reale sviluppo, specialmente nei settori qualificanti il nostro territorio come il turismo e l’agricoltura, con una programmazione a lunga scadenza, evitando interventi isolati ed emergenziali.

Piattaforma programmatica da porre a base del confronto con la cittadinanza, con i movimenti cittadini emergenti e con le forze politiche con le quali aprire un dialogo in vista di possibili alleanze per le elezioni amministrative.

Il PD avvierà tavoli di consultazione democratica con le forze progressiste, moderate ed autonomiste rappresentate sul territorio, propedeutici alla costruzione di alleanza politica in coerenza con la linea generale di indirizzo del Partito, con l’obiettivo di costruire una coalizione forte, capace di partecipare in condizioni di parità alle prossime consultazioni elettorali”.

Verificheremo, al momento opportuno, anche la necessità di utilizzare il metodo delle primarie nella scelta del candidato sindaco, fermi, tuttavia, nel percorso, già avviato all’interno del partito, di rinnovamento della classe politica anche in città.

Il Coordinatore del Circolo PD Castelvetrano