Il giorno del tanto atteso apocalittico evento della fine del mondo, non c’è stato, in compenso il palcoscenico del Teatro Selinus ha lanciato una piccola stella ieri sera, un talento davvero innato lei è Claudia Calcara.

La sua interpretazione de “il cappellaio matto”, nel musical “Alice in Wonderland” portato in scena dagli studenti del Liceo Classico, ha davvero stupito gli spettatori. Lei nascosta dietro una apparente e celata pazzia, ha convinto il pubblico del suo talento, ma oltre all’impersonificazione caduta “a cappello” piuttosto che pennello, la cosa fondamentale è stata soprattutto la sua dote artistica nel comporre i testi delle canzoni intonate dai compagni, compito molto impegnativo per una ragazza che ha così poco tempo a disposizione! Che dire… che i maya intendevano un mondo pronto al cambiamento? Allora in bocca al lupo Claudia, e fa tesoro della tua “deliranza” sarà il tuo segreto per non perdere “la testa”.

Sinceri complimenti ad una sceneggiatura alquanto bizzarra e insolita oltre che magica, daltronde quando si pensa al capolavoro di Tim Button sono sempre gli occhi dello stregatto che t’insegnano a raccontare questa favola.

Un paio di scatti di Salvino Martinciglio

alice

claudia calcara 01

alice in wonderland

claudia calcara castelvetrano