Giardinieri d’assalto di tutta Italia, all’attacco! Il 4 novembre era in programma la giornata Nazionale del Guerrilla Gardening Italiano, un momento in cui gli attacchi verdi venivano sincronizzati, donando a tanti angoli del nostro Paese una boccata di ossigeno, nel vero senso della parola.

L’idea nasce da una proposta dei gruppi Badili Badola (Torino) e Giardinieri Sovversivi Romani (Roma), in accordo con i vari gruppi di Guerrilla Gardening in tutta la penisola, come Gelsomino Group Guerrilla Gardening (Soresina, Cremona), Terra di Nettuno (Bologna), Zappata Romana (Roma). Si tratta semplicemente di sincronizzare gli interventi e far sì che, dal 4 al 6 novembre, l’Italia si riscopra un po’ più verde.

L’obiettivo è quello di riappropriarsi di strade, aiuole abbandonate, giardini mal tenuti.Noi del movimento dei “CONIGLI” ci siamo armarsi di pale, zappe, terriccio e rastrelli e piantare con le nostre mani qualcosa che vada a sostituire il cemento o la terra secca o le aiuole abbandonate come quelle di marinella di Selinunte ex stazione.Noi siamo felici di avere preso parte a questa bella iniziativa e ci auguriamo che abbia seguito tra i nostri concittadini di castelvetrano selinunte e triscina.

Insomma, ognuno di noi può fare in modo da dare il massimo impatto all’idea di base. Che altro non è che trovare modi alternativi per riappropriarsi di spazi che siamo stanchi di vedere invasi dal cemento, dallo smog, dalle macchine e dall’incuria.