arresto castelvetranoIl Sindaco della città, dr. Gianni Pompeo, non trattiene lo sdegno per il grave episodio di violenza di cui è rimasto vittima un agente di polizia municipale, ieri pomeriggio, nel corso della sua attività di servizio che stava svolgendo presso la borgata di Marinella di Selinunte.

Infatti, a seguito di una contravvenzione elevata ai danni di un autovettura che sostava in zona vietata, l’agente si è visto prima bersagliato da una serie di pesanti insulti, da parte del proprietario del veicolo, per poi essere aggredito con un pugno e rischiando di essere colpito da un pilone in ghisa, usato come dissuasore della sosta. L’agente, nonostante la gravità dell’accaduto, non ha perso la sua professionalità e non ha reagito all’aggressione, mantenendo una lucidità invidiabile.

É stato poi accompagnato dagli agenti di polizia, intervenuti sul posto, presso il pronto soccorso dell’Ospedale Vittorio Emanuele II, dove i sanitari lo hanno giudicato guaribile in quattro giorni. L’aggressore, il 37enne Marco Bellafiore, che nelle concitate fasi si era dileguato, è stato in serata intercettato dai carabinieri della compagnia di Castelvetrano, diretti dal capitano Alberto Cicognani, che lo hanno arrestato per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, e lesioni personali, trattenendolo presso la camera di sicurezza del comando di Castelvetrano.

Il sindaco non nasconde la sua amarezza: “ Esprimo la mia ferma condanna per l’episodio che, oltre a raccogliere in se una inaudita violenza, è un inquietante specchio di come ancora esistano delle perniciose sacche di illegalità nel nostro territorio- afferma Pompeo- al vigile urbano va tutta la mia solidarietà ed un pubblico encomio per aver saputo mantenere una grande compostezza seppur nella concitazione del momento, ed ai miei concittadini voglio ricordare che ogni loro gesto deve essere improntato al rispetto della legalità.

La criminalità si combatte anche con i piccoli gesti che caratterizzano la nostra quotidianeità, ed il rispetto delle regole è uno dei principi fondanti del nostro vivere civile- conclude il sindaco- nel complimentarmi con le forze dell’ordine per la rapida risoluzione della vicenda, auspico una maggiore collaborazione interforze per dare ai tanti cittadini onesti della nostra città un ulteriore segnale di legalità”.