Il sindaco della città di Castelvetrano, avv. Felice Errante, ha scritto alla direzione provinciale dell’Enel ed al Prefetto di Trapani, Dr.ssa Marilisa Magno, per sollecitare una pronta risoluzione al problema della mancanza di fornitura di energia elettrica che sta provocando parecchi disagi sia agli utenti privati che ai proprietari terrieri.

Nei giorni scorsi, infatti, la Siciliacque ha denunciato il furto di centinaia di metri di cavi elettrici che garantivano l’alimentazione alle vasche di accumulo ed all’impianto di rilancio che assicuravano la distribuzione del prezioso liquido nelle condotte cittadine.

A tal proposito l’Amministrazione ha predisposto una turnazione a giorni alterni per le zone centro e periferia della città, per ridurre al minimo i disagi alla cittadinanza, con l’impegno da parte dell’Enel alla risoluzione del problema entro la fine della settimana.

Anche il Consorzio di Bonifica 3 Agrigento, nel frattempo, ha segnalato i gravi disagi che si arrecano ai fondi agricoli del territorio di Castelvetrano e Partanna, nella zona di contrada Zangara, dove insistono colture che richiedono l’irrigazione giornaliera, come ortaggi e serre, ed altre come agrumeti e frutteti che richiedono l’irrigazione bisettimanale, Il direttore del consorzio ha voluto sottolineare, con un’apposita nota, come l’impossibilità di assicurare l’acqua per uso irriguo causerà, oltre la sicura perdita del raccolto, anche la probabile morte delle piante con il conseguente danno economico per un settore già fortemente provato.

L’assessore all’Agricoltura, Paolo Calcara, ha quindi chiesto un intervento deciso da parte del primo cittadino che ha scritto all’Enel chiedendo un pronto intervento al fine di risolvere le problematiche precedentemente citate e per evitare i danni economici segnalati.