Gli “Angeli per la Vita” di Castelvetrano, portano il primo soccorso ai migranti sbarcati a Mazara del Vallo nella notte tra il 05 e 06 Aprile 2012.

Una imbarcazione da pesca di circa 9 metri di lunghezza, sulla quale navigavano in condizioni molto precarie 55 Tunisini e 8 Algerini, tutti giovani di sesso maschile, alcuni di essi seduti sul tettuccio della cabina di pilotaggio del natante, è arrivata questa notte alle ore 01,45 nel porto di Mazara del vallo TP.

Una unità navale della Guardia di Finanza ha scortato l’imbarcazione con il suo carico di disperati dal momento che hanno violato le nostre acque territoriali e fino al porto di Mazara del Vallo, dove sono state adottate tutte le procedure del caso.

Il comune di Mazara del Vallo ha attivato il Centro Operativo Comunale ( COC ), con l’immancabile Gaetano Giacalone, che per tutta la notte ha lavorato assieme alle forze dell’ordine, ai responsabili del Dipartimento di Protezione Civile e alle associazioni di volontariato, Vigili del Fuoco in Congedo e ASSOCIAZIONE ANGELI PER LA VITA DI CASTELVETRANO.

“GLI ANGELI” con l’equipaggio formato da Fanella Nicolò, Manzo Antonino, Fattori Enrico, D’Angelo Giuseppe, Picone Giacomo, e Mannone Paolo e una ambulanza di soccorso avanzato, oltre a coaudiuvare le operazioni di sbarco, si sono occupati di prestare il primo soccorso ai migranti, accompagnando al pronto soccorso di Mazara del Vallo 2 giovani giunti al termine del viaggio in precarie condizioni di salute.

Tutti i soggetti sbarcati sono stati accompagnati al centro di S. Agostino, struttura deputata alla prima accoglienza dei migranti che oramai arrivano sempre più frequentemente, dove sono stati visitati dai medici e rifocillati.