il-megafono-castelvetrano
Il Circolo Cittadino del Megafono – Lista Crocetta, alla luce dell’articolo di stampa pubblicato nel giornale di Sicilia – Cronaca di Trapani, dello scorso 7 settembre, riguardo la proposta della Città di Marsala di istituire il libero Consorzio “Terre d’Occidente”, che possa comprendere tutte le città che vadano da Marsala a Sciacca, interviene invitando l’Amministrazione Comunale di Castelvetrano e tutte le Città del territorio Selinuntino, a non cedere alle False Lusinghe della Città di Marsala.

Da troppo tempo Marsala ha svolto un ruolo politico egemone nella provincia di Trapani, calpestando le singole municipalità. Le scelte errate del passato che hanno consentito la creazione del tribunale di Marsala quando esisteva già quello di Trapani, a discapito proprio della Città di Castelvetrano, dovrebbe far riflettere tutti noi sull’inconsistenza della proposta del Sindaco di Marsala, che nasce solo per il tentativo di mantenere una leadership difficilmente sostenibile.

Marsala costituisca il consorzio con Trapani, come giusto che sia vista la vicinanza geografica, mentre Castelvetrano, insieme a Sciacca e a tutto il Belice, rafforzino il percorso intrapreso dal Distretto Socio Culturale di Selinunte per ricostruire l’identità culturale politica del territorio che richiama l’antica colonia selinuntina, per mettere definitivamente fine ad una costrizione illogica ed orientata solo ad interessi partitici che avevano imposto le province di Trapani ed Agrigento a cittadini che per storia e cultura facevano parte di un unico territorio che non poteva che essere quello selinuntino.

Il circolo Megafono, pertanto, si propone come traino perché il territorio risponda con tutte le forme di associazionismo a sostegno del LIBERO CONSORZIO SELINUNTINO, al fine di ridare quella dignità, che politici per nulla illuminati avevano tolto a tutti noi e che ancora oggi, con i loro comportamenti orientati alla salvaguardia del collegio elettorale più consono alle loro possibilità di rielezione tentano di mantenere. Quindi tutti attenti a non cadere alle trappole messe in campo da parlamentari e sindaci inetti e prepariamoci a gridare con forza

“NO AL CONSORZIO DI MARSALA”
“SI AL CONSORZIO DI SELINUNTE”

Carmine Albero – Presidente Circolo Megafono Castelvetrano