ModicaSarà Giovanni Bologna, 48 anni, avvocato, il commissario straordinario che si insedierà a Palazzo San Domenico, in seguito alla dimissioni del sindaco, Piero Torchi. Bologna, nativo di Castelvetrano, è direttore generale del Dipartimento Lavoro della Regione Siciliana.

Il decreto non è stato ancora emesso ma dagli ambienti regionali si è certi di questa scelta. L’insediamento è indispensabile per evitare che salti la possibilità che i modicani vadano alle urne il prossimo mese di giugno.

L’insediamento dovrebbe avvenire, per evitare questa ipotesi, entro il 14 aprile, altrimenti il Comune resterebbe commissariato per un anno. “Ancora non ho alcuna notifica – ha detto ai primi contatti telefonici Bologna -, dunque non posso dire nulla. Conosco Modica solo da turista e posso dire che è una bella città”.