carabinieri campobelloÈ stato identificato ieri pomeriggio dai carabinieri della stazione di Campobello di Mazara il conducente dell’auto pirata che lunedì sera ha travolto un pedone, andando via senza prestargli soccorso. L’incidente è avvenuto intorno alle 20, in via Mare, di fronte a una concessionaria di auto.

La vittima, E. P., 28enne, di Castelvetrano, era intento a guardare alcune auto su una bisarca posteggiata dinanzi l’autosalone, quando è stato travolto da un’Audi, il cui conducente, da una prima ricostruzione, si è dato alla fuga, lasciandolo riverso sulla strada e sotto la pioggia. A prestare i primi soccorsi sono stati il proprietario della concessionaria e alcuni clienti, allertati dalle urla del giovane che lamentava forti dolori alla schiena e alle gambe.

In prossimità dell’incidente sono stati trovati anche alcuni frammenti della carrozzeria dell’auto. Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118 i cui sanitari hanno trasportato E.P. all’ospedale di Castelvetrano, dove è stato ricoverato e sottoposto a esami e radiografie che hanno consentito di diagnosticare un’infrazione a una costa giudicata guaribile in circa un mese. Nulla di grave per la giovane vittima, che è stata dimessa ieri mattina.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche i carabinieri della locale stazione, che hanno effettuato i rilievi per ricostruire l’esatta dinamica. È così scattata la caccia al presunto pirata della strada. I militari, in poche ore, sono riusciti a rintracciare l’auto e a identificare il conducente. Si tratta di F. A., 52enne, tunisino, residente a Campobello, denunciato in stato di libertà per omissione di soccorso. L’uomo ha dichiarato ai militari dell’Arma di non essersi accorto di aver urtato il giovane con lo specchietto dell’auto a causa della forte pioggia e del buio.

Antonella Bonsignore
per La Sicilia