Con la messa celebrata da don Gioacchino Arena nella parrocchia San Francesco di Paola a Castelvetrano si è conclusa la Giornata del pensiero organizzata dalla zona Lilybeo dell’Agesci (che fa riferimento ai paesi della Diocesi di Mazara del Vallo).

La Giornata si è svolta all’interno del Parco delle Rimembranze di Castelvetrano, che per un giorno è stato “popolato” da 400 scout provenienti da tutti i paesi della Diocesi.

I gruppi di Marsala, Mazara del Vallo e Campobello di Mazara hanno riempito le carrozze del treno di linea che li ha portati di buon mattino a Castelvetrano. L’iniziativa si è svolta nel centenario del Guidismo, movimento femminile nato il 1910, tre anni dopo il corrispondente maschile fondato da Robert Baden Powell. Il movimento fu coordinato dalla sorella Agnes, su richiesta di Baden Powell stesso.

Qualche anno dopo, la guida passò a Lady Olave, sua moglie, proclamata Capo Guida del Mondo. I lupetti e le coccinelle (8-11 anni) hanno svolto le attività dentro la parrocchia, gli esploratori e le guide (12-16), i rover e le scolte (17-21) dentro lo stesso Parco. Con i cartoni è stato costruito un simbolico muro con le parole che, secondo gli scout, rappresentano i limiti della condizione della donna nei diversi continenti, traendo spunto avviata dallo studio della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, insieme a ricerche personali dei vari gruppi. A guidare la zona (che corrisponde alla Diocesi di Mazara del Vallo) sono Enza Gancitano e Gianfranco Casale.

fonte

L’addetto stampa del Vescovo e della Diocesi di Mazara del Vallo
Max Firreri
ufficiostampa@diocesimazara.it