“E se attribuissimo a Giletti la cittadinanza onoraria di Castelvetrano? Solo chi conosce il territorio può raccontarne la verità”.

Così è iniziato il secondo appuntamento della fase #incammino del candidato Sindaco Gianni Pompeo. L’incontro si è tenuto ieri mattina presso i locali dell’Associazione “Progetto Triscina”.

Ancora una volta, poche settimane fa, Triscina è tornata al centro dell’attenzione mediatica nazionale poiché protagonista della trasmissione domenicale “L’Arena” su Rai Uno, condotta dal noto conduttore Massimo Giletti.

Triscina, da sempre, ha sollevato polveroni di polemiche poiché è definita da Lega Ambiente il più grande agglomerato abusivo d’Italia con circa 5000 unità abitative abusive (o comunque nate abusive e successivamente sanate).
I cittadini di Triscina hanno certamente voglia di riscatto, un riscatto che deve senza ombra di dubbio nascere dalla riqualificazione di ciò che esiste e dalla valorizzazione della bellissima costa che la natura ci ha regalato.

Il presidente dell’Associazione “Progetto Triscina” non ha perso l’occasione per segnalare al candidato Sindaco Gianni Pompeo quelle che sono oggi le emergenze della borgata, ma anche lanciare valide idee molte delle quali facilmente realizzabili.

Molto importante per la frazione di Triscina sarebbe il completamento della piazza Giovanni Paolo II (già Villa Quartana), così come previsto dal progetto iniziale, con il completamento dei locali sottostanti la piazza,da utilizzarsi poi per delle attività di pubblica utilità, come un distaccamento della Polizia Municipale, della farmacia e un info point turistico.
L’augurio dei cittadini è che finalmente venga reso utilizzabile al 100% il teatro comunale “Franco Franchi e Ciccio Ingrassia”. L’associazione stessa ha tenuto a precisare che all’inaugurazione del teatro è stata costretta a reperire dei fondi per il pagamento della SIAE, oltre a doversi far “prestare” la corrente elettrica dalla vicina attività commerciale, poiché paradossalmente l’attuale Amministrazione non ha provveduto a munire la struttura di un contatore di energia.

Svariate sono state le istanze raccolte dal candidato Sindaco Gianni Pompeo, che ha dichiarato: “L’attuale Sindaco è stato eletto in continuità alla mia sindacatura, ma i risultati dimostrano esattamente il contrario. In particolare qui a Triscina sembra che il tempo si sia fermato, tutto fermo ed abbandonato. Unica novità l’apertura dell’ingresso al parco archeologico, progetto oltretutto approvato e finanziato sotto la mia amministrazione”.

Anche sul nuovo ingresso non sono mancati i consigli e le richieste da parte dei cittadini. Si è parlato anche della realizzazione di una pista ciclabile, di come poter creare una alternativa al tanto discusso lungomare, della necessità di rendere Triscina decorosa ed ordinata con la creazione di spazi verdi e di piazzole sul mare, ma anche di alcune perplessità circa il progetto delle fognature.