Il Sindaco della città di Castelvetrano, Avv. Felice Errante, in merito all’incendio che ha colpito un fondo assegnato da questa amministrazione all’associazione Libera, ritiene opportuno dover precisare quanto segue: “Rimango basito nel leggere certe dichiarazioni fornite agli organi di stampa da esponenti della locale sezione di Libera. Affermare di aver ricevuto solo un attestato di solidarietà dalla città lasciando intendere quasi che l’amministrazione abbia sottovalutato l’accaduto mi pare quantomeno inopportuno- afferma Errante- io stesso ho delegato il dirigente comunale al patrimonio, Dr. Andrea di Como, ad effettuare un sopralluogo sul fondo in questione per appurare se ci fossero elementi che comprovassero un’azione dolosa.

In mancanza di tali elementi, accompagnati di contro, da una presumibile non corretta manutenzione del fondo si è proceduto tempestivamente ad informare gli uffici della Prefettura. Del che, pur deplorando l’azione qualunque sia la matrice che l’abbia determinata, ho ritenuto di non dover fare alcun comunicato stampa. L’azione anti-mafia, a mio modesto avviso, va attuata nei nostri comportamenti quotidiani che devono essere improntati al massimo rispetto delle regole ed ad un’azione che miri a far crescere la percezione della legalità in tutti i cittadini, non certo diramando comunicati che sanno tanto di atti quasi dovuti per fare sapere agli altri che si deplorano certe azioni- continua il sindaco- lottiamo invece come diceva Sandro Pertini per i giovani che non hanno bisogno di sermoni, ma di esempi di onestà, di coerenza e di altruismo.

Invece si condanna fermamente il delinquente, solo od associato a delinquere con altri, che vigliaccamente ha infamato il buon nome del Preside Fiordaliso con scritte infamanti la sua persona al quale va tutta la solidarietà mia personale e dell’intera giunta di governo.”