Il Sindaco della città di Castelvetrano, Avv. Felice Errante, ha deciso di inoltrare una lettera ai vertici regionali di Trenitalia, per rappresentare gli echi delle vibrate proteste in ordine alle numerose disfunzioni riscontrate nella gestione della linea ferrata che da Castelvetrano conduce sia a Trapani che a Palermo.

Nelle ultime settimane da parte di diversi cittadini privati, ed altri riunitisi in comitato, nonché dalle organizzazioni di categoria, erano giunte molteplici segnalazioni in merito all’organizzazione degli orari sulla tratta Trapani-Castelvetrano con grave nocumento di studenti e pendolari che quotidianamente utilizzano il servizio.

Ritengo doveroso evidenziare l’importanza strategica che, anche nell’ottica dello sviluppo economico e del rilancio turistico del territorio, riveste la linea in oggetto- scrive Errante- parte integrante di un anello ferroviario che è una vera e propria metropolitana di superficie che congiunge i centri principali della provincia e lo stesso aeroporto di Birgi.

Mentre non sfugge la necessità di rendere competitiva, in termini di orari e tempi di percorrenza, la tratta Castelvetrano- Piraineto-Palermo, sia in ordine alla possibilità di raggiungere in tempi accettabili l’aeroporto di Punta Raisi, sia in riferimento all’esigenza di recarsi nel capoluogo dell’isola in condizioni di maggiore sicurezza e con un mezzo ecologicamente compatibile. Nell’auspicio che, nell’ottica delle cosiddette razionalizzazioni- conclude il sindaco- non si continui a sacrificare un servizio così socialmente ed economicamente necessario, come quello del trasporto ferroviario, confido che, attraverso concertazioni allargate a tutte le rappresentanze territoriali, possano essere trovate le giuste soluzioni rispetto ad una problematica oggi quanto mai impellente.