Febbre SuinaL’assessorato regionale alla Sanità della Sicilia ha diffuso le linee guida rivolte agli operatori delle strutture sanitarie siciliane per uniformare le procedure regionali con quelle indicate dal ministero della Salute.

Le tre unità operative con i relativi posti letto per gli eventuali ricoveri sono state individuate nei due diversi bacini siciliani: a Palermo saranno operativi il Policlinico e l’ospedale Cervello, a Catania l’ospedale Garibaldi. È stato altresì verificato l’approvvigionamento dei farmaci antivirali da parte delle strutture.

“La situazione – conferma l’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo – è sotto controllo. Abbiamo subito attivato una task force che si occuperà di monitorare la situazione costantemente, in stretto raccordo con il ministero della Salute. Proprio oggi pomeriggio (venerdì) ho parlato con il sottosegretario Ferruccio Fazio, che sta coordinando gli interventi di tutte le Regioni affinchè la risposta su tutto il territorio nazionale sia efficiente e omogenea”.

Le procedure prevedono che siano gli stessi medici di famiglia e i pediatri a fornire le corrette indicazioni ai pazienti. L’assessorato regionale, nel precisare che a tutt’oggi non è stato confermato alcun caso di influenza suina in Sicilia, ricorda che il ministero della Salute ha attivato il numero verde 1500 e ospita sul proprio sito www.ministerosalute.it tutte le informazioni necessarie e gli aggiornamenti.

fonte. lasiciliaweb.it