Il responsabile della Federazione Internazionale degli Sport Popolari (IVV),  ha incontrato l’Ispettore della Riserva Naturale Orientata Foce del Fiume Belice e dune limitrofe, per definire l’organizzazione dell’evento sportivo “Walking in Western Sicily 2018 – IV Europiade” che si terrà tra Mazara del Vallo e Marinella di Selinunte dal 20 al 27 maggio, evento patrocinato dalla Federazione Italiana Amatori Sport per Tutti  (FIASP).

La Riserva Naturale Foce del Fiume Belice farà da splendida cornice per tre giorni alle Europiadi, dal 24 al 27 maggio, con percorsi naturalistici da fare a piedi o in bici che vedranno la partecipazione di tantissimi sportivi provenienti da tutta Italia, dall’Europa e oltre.

La Riserva, gestita dal Libero Consorzio Comunale di Trapani, ex Provincia Regionale di Trapani, è stata istituita nel marzo del 1984 e si estende per  241 ettari, di cui 129 di riserva vera e propria in zona A, cui si aggiungono altri 112 ettari di preriserva in zona B, fra Marinella di Selinunte ed il promontorio di Porto Palo.

Comprende il tratto terminale del fiume Belice e le vicine formazioni dunali costiere con aree periodicamente inondate dalle acque del mare. Si tratta di uno dei lembi residui, e perciò di importanza straordinaria, di quel paesaggio naturale che, in passato, caratterizzava, quasi per intero, il litorale mediterraneo della Sicilia, tra i più belli dell’Isola.

L’evento sportivo, non limitato agli atleti ma aperto a tutti coloro che amano la natura e le attività all’aria aperta, sarà l’occasione per far conoscere a tutti i partecipanti soprattutto stranieri, ma non solo, un sito di grande interesse naturalistico unico nel suo genere: un paesaggio pieno di fascino con le sue coste aspre, scolpite e levigate, colpite dai marosi del Mar d’Africa dalle mille tonalità di blu e verde;  con il suo ambiente umido ricco di vegetazione palustre,  importante luogo di sosta e nidificazione di molte specie di uccelli, e le formazioni dunali costiere (piccoli rilievi di sabbia trasportata e depositata dal vento) che rappresentano un habitat naturale per poche ma tipiche specie faunistiche e floristiche.