cc castelvetranoErano stati sottoposti agli arresti domiciliari solo qualche giorno fa, quando i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sciacca avevano eseguito nei loro confronti le ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Sciacca.

I due arrestati, entrambi rumeni, sono infatti ritenuti responsabili di un ingente furto di gasolio ai danni di una ditta di autotrasporti. Uno dei due pregiudicati sottoposti agli arresti domiciliari era stato precedentemente arrestato in flagranza di reato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Castelvetrano perché fu sorpreso a commettere un furto in abitazione insieme ad un suo connazionale.

Soltanto ieri, però, i due si sono resi autori di un altro reato, quello di evasione. Quando i carabinieri della Stazione di Castelvetrano sono andati a controllare se i due fossero in casa, non li hanno trovati. Qualche vicino ha anche ipotizzato che i due siano addirittura tornati nel loro paese di origine. Nei loro confronti è comunque ed inevitabilmente scattata una denuncia per evasione.

Un’altra denuncia è scattata anche per un giovane pregiudicato castelvetranese, sottoposto a sorveglianza speciale. Lo stesso, in ottemperanza alla misura a cui è sottoposto, sarebbe dovuto rientrare in casa entro le 20.00. Quando i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno effettuato un controllo presso la sua abitazione, dopo le 20.00, lui non era ancora tornato.

Comunicato del 16.07.2013 – Compagnia Carabinieri Castelvetrano