Il Sindaco della città di Castelvetrano Selinunte, Avv. Felice Jr. Errante, alla luce dei recenti eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale, e sulla scorta delle scosse che nella giornata di ieri sono state avvertite anche nella nostra provincia, solo a fini informativi e senza nessuna ragione specifica che possa creare allarmismo, chiede ai siti di informazione del territorio di dare la massima diffusione al PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE che proponiamo in questo post, subito dopo l’immagine che raffigura il rischio sismico in Sicilia:

piano-allarme-terremoto-castelvetrano

ESTRATTO DEL PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

6.1. Comportamento in caso di terremoto
– Cosa fare in caso di terremoto
Il terremoto è un fenomeno naturale non prevedibile che dura quasi sempre meno di un minuto e che si ripete più frequentemente nelle stesse aree. Si manifesta con lo scuotimento della crosta terrestre e produce all’interno degli edifici fenomeni come la rottura di vetri e la caduta di oggetti e suppellettili.
All’aperto può provocare il crollo degli edifici più vecchi, il crollo di muri alti ed instabili, fratture nel terreno e cadute di tegole, cornicioni, comignoli.
Importantissimo, in caso di sisma, è non farsi prendere dal panico il quale potrebbe provocare più danni del sisma stesso.

– Cosa fare PRIMA del terremoto:
– ricordarsi che se la casa in cui si abita è costruita per resistere al terremoto non subirà danni gravi;
– predisporre un’attrezzatura d’emergenza per l’improvviso abbandono dell’abitazione che comprenda torcia elettrica, radio a batterie, una piccola scorta alimentare in scatola, medicinali di pronto soccorso, il tutto sistemato in uno zainetto;
– posizionare i letti lontano da vetrate, specchi, mensole ed oggetti pesanti;
– verificare che tutti gli oggetti pesanti siano ben fissati alle pareti ed al soffitto.

-Cosa fare DURANTE il terremoto se si è al CHIUSO:
– ripararsi sotto architravi, tavoli o letti, proteggendosi la testa con qualcosa di morbido;
– allontanarsi dai balconi, dalle mensole, dalle pareti divisorie, dalle finestre e da mobili pesanti;
– uscire dagli ambienti rivestiti con piastrelle che potrebbero staccarsi con violenza dai muri;
– non usare ascensori perché potrebbero bloccarsi o precipitare;
– non correre verso le scale, in quanto queste sono la parte più debole dell’edificio.

-Cosa fare DURANTE il terremoto se si è all’APERTO:
– allontanarsi dagli edifici, dai muri di recinzione, dagli alberi e dalle linee elettriche;
– se ci si trova all’interno di auto è consigliato fermarsi lontano da ponti, cavalcavia o zone di possibili frane;
– considerare che probabilmente accadranno interruzioni nel funzionamento di semafori e dei passaggi a livello;
– allontanarsi dalle rive del mare per eventuali fenomeni di maremoti;
– raggiungere l’Area d’Attesa più vicina.

-Cosa fare DOPO il terremoto:
– verificare se vi sono danni agli impianti ed alle apparecchiature di uso domestico e chiudere gli interruttori generali del gas e della corrente elettrica;
– se si decide di lasciare la casa, indossare sempre scarpe robuste per non ferirsi con eventuali detriti;
– non bloccare le strade con l’automobile, è sempre meglio e più sicuro uscire a piedi;
– prestare attenzione ad oggetti pericolosi che si possono trovare per terra come fili elettrici, vetri ed oggetti appuntiti;
– non tenere occupate le linee telefoniche perché potrebbero crearsi dei sovraccarichi;
– raggiungere l’Area d’Attesa più vicina seguendo le vie d’accesso sicure individuate, lì chiedere soccorso per le persone che ne hanno bisogno.

ELENCO AREE DI ATTESA
1.- Area a parcheggio lottizzazione Ingrasciotta angolo tra la Via Lazio e la Via Piemonte
2.- Area a parcheggio lottizzazione Ingrasciotta angolo tra Via Emilia e Via Sardegna
3.- Area a parcheggio lottizzazione Saporito angolo tra la Via T. Lucentini e la Via Quartararo
4.-Area a parcheggio angolo Via L.Centonze e la Via M. Santangelo (Davanti scuola elementare)
5.-Area attorno la scuola elementare Benedetto Croce (zona Beati Morti)
6.- Area a verde Parco delle Rimembranze (zona Viale Roma)
7.- Area Piazza Amendola (zona stazione ferroviaria)
8.- Area a parcheggio Piazza Diodoro Siculo (zona San Giuseppe)
8 bis- Area a parcheggio Via G. Mazzini (Di fronte ex palazzo Bongiardina)
8 ter- Area a parcheggio Via Delle Due Sicilie angolo Via Civiletti (davanti l’Istituto Pedagogico ex Magistrale)
9.- Piazzale Via Ruggero Settimo (davanti la scuola elementare)
10.- Area a verde tra la via SS Trinità e la Via Laurana (zona S. Anna)
11.- Area parcheggio Piazza Ciaccio e Montalto (zona mercatino settimanale)
12.- Area a verde Piazza Dante (di fronte scuola elementare)
13.- Area a verde parco Falcone Borsellino (zona Arco Garibaldi)
14.- Piazzale Giorgio La Pira angolo Via Redipuglia (di fronte bar pasticceria Vivona)
15.-Area a parcheggio Via Piersanti Mattarella (zona Ospedale)
16.- Area a verde Piazza Regina Margherita (zona Chiesa S. Giovanni)
17.- Area a parcheggio Piazza Martiri d’Ungheria (di fronte uffici ASP e scuola elementare)
18.- Area a parcheggio Via PS Mattarella (nei pressi rifornimento carburanti)
19-21.- Area a parcheggio tra le vie Campobello, Via Papa Giovanni XXIII e Via CA Dalla Chiesa
20.- Area a verde tra le Vie Cristoforo Colombo e Campobello
21.- Area a parcheggio Ingresso Parco Archeologico Marinella di Selinunte
22.- Area a parcheggio Via del Mediterraneo angolo SP 81 di Triscina (Bar l’Uccellaccio)
23.- Area a parcheggio Via 71/A (nei pressi dell’emporio)

CLICCA sull’immagine per ingrandire

piano-proteione-civile-castelvetrano