Dopo le polemiche degli scorsi giorni sul contributo del Papa per gli sfollati in Emilia (clicca qui per l’articolo) e mentre la terra continua a tremare nel nord Italia, con nuove vittime, migliaia di sfollati e danni ingenti a case, palazzi e chiese, la Presidenza della Con­ferenza Episcopale, con il consenso dell’Assemblea Generale, ha stanziato un milione di euro come primo contributo per fronteggiare la prima e­mergenza.

Da tutta Italia le Caritas hanno già fatto manifestato vicinanza e disponibilità ad aiutare: è stato aperto un centro di coordinamento Ca­ritas a Finale Emilia e ci si impegna a un affiancamento duraturo, nel me­dio e lungo termine, nella fase più difficile della ricostruzione materiale e del tessuto sociale, con attenzione alla ricostruzione socio-economica, all’animazione e ai luoghi di aggregazione delle comunità.

Caritas in campo: ecco come aiutare

Per aiutare la Caritas nel suo impegno nei confronti degli sfollati si possono inviare offerte tramite c/c postale n. 347013 specificando nella causale: “Terremoto Nord Italia 2012”.

Anche la Curia Bolognese ha attivato una raccolta fondi tramite Caritas: si può contribuire con un versamento sul conto corrente postale n. 838409 oppure con un bonifico bancario presso Banca Popolare dell’Emilia Romagna intestato a “Arcidiocesi di Bologna”. Iban: IT 27 Y 05387 02400 000000000555. Causale “Terremoto in Emilia-Romagna”.

Per l’Arcidiocesi di Modena-Nonantola diversi i conti correnti attivati (per tutti la causale è “Emergenza terremoto Emilia”). Conto corrente intestato a “Arcidiocesi di Modena-Nonantola – Caritas diocesana Corso Duomo 34 41121 Modena”. Iban: IT 25 X 05034 12900 000000004682 presso Banco Popolare Società Cooperativa srl sede Modena. Iban: IT 35 Z 02008 12930 000003106219 presso Unicredit Banca sede Modena. Iban: IT 89 B 05387 12900 000000030436 presso Banca Popolare dell’Emilia Romagna sede Modena. Iban: IT 72 X 05018 02400 000000503060 presso Banca Etica – Filiale di Bologna. Versamenti anche su Banco Posta, conto corrente n. 17329418, intestato a “Curia Arcivescovile di Modena Corso Duomo 34 41121 Modena”. Iban: IT 61 M 07601 12900 000017329418.

Per la Diocesi di Carpi invece il conto corrente è intestato a “Diocesi di Carpi” presso la filiale Unicredit di piazza Martiri. Iban: IT 09 V 02008 23307 000028478401. Causale: “Emergenza terremoto 2012”.