Il Sindaco della città di Castelvetrano , Dr. Gianni Pompeo, unitamente ai colleghi sindaci dei comuni di Petrosino, Dr. Biagio Valenti, e Santa Ninfa, Prof. Paolo Pellicane, in merito alla chiusura della discarica di contrada Campana Misiddi a Campobello, ha voluto diramare una nota agli organi di stampa.

Di seguito il testo condiviso dai tre amministratori:
“L’ennesima chiusura della discarica di Campobello di Mazara ed il conseguente blocco della raccolta dei rifiuti nei nostri comuni evidenzia in modo concreto la crisi gestionale di Belice Ambiente, che non è solo frutto delle difficoltà finanziarie in cui versa la società d’ambito, ma è la conseguenza di una precisa scelta politica portata avanti dai Comuni di Mazara e Campobello di Mazara e dalla Provincia di Trapani, con il sostegno del comune di Partanna, che hanno immolato la competenza e l’esperienza ad una logica politica e ad una operazione di potere.

Un’azienda, sebbene pubblica, deve essere guidata non da politici privi di esperienza e professionalità; ma da professionisti con una esperienza in grado di affrontare le difficoltà gestionali, con il ventaglio di strumenti che l’ordinamento mette a disposizione. Da mesi i dipendenti non percepiscono la retribuzione; il servizio non è migliorato ma ha subito evidenti disagi organizzativi; nell’arco di 3 mesi la discarica è stata chiusa due volte; i creditori per la prima volta in 5 anni hanno pignorato conti e mezzi della società. Il management imposto dal cartello politico guidato dal Sindaco di Mazara non può limitarsi a lanciare appelli ai sindaci e ai cittadini; in una situazione di crisi, di fronte all’interruzione di un servizio indispensabile e delicato, ha il dovere di individuare soluzioni praticabili e risolutorie.

I responsabili politici della nuova gestione hanno il dovere di assumere tutte le iniziative politiche per risolvere la crisi.”
Firmato

Gianni Pompeo ( Sindaco di Castelvetrano)
Biagio Valenti ( Sindaco di Petrosino)
Paolo Pellicane ( Sindaco di Santa Ninfa)