elezioni politiche 2013 siciliaIl 22 dicembre scorso, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, ha sciolto le Camere (con un lieve anticipo rispetto alla scadenza naturale di metà aprile).

Inoltre, su proposta del governo, ha indetto le elezioni politiche per il 24 e 25 febbraio 2013. Lo stesso decreto ha fissato la data della prima riunione delle nuove Camere per il 15 marzo 2013.

La legge prevede che i contrassegni delle liste, il collegamento in coalizione e l’indicazione del leader della coalizione, oltre al programma elettorale, vadano depositati fra le ore 8:00 del 44° giorno e le ore 16 del 42° giorno antecedente quello della votazione, nel nostro caso quindi fra venerdì 11 e domenica 13 gennaio.

La presentazione delle liste a livello circoscrizionale per la Camera e regionale per il Senato deve avvenire entro lunedì 21 gennaio.

In provincia di Trapani è ancora troppo presto per fare dei nomi, bisogna attendere almeno fino alla prossima settimana. E’ molto probabile la candidatura di Livio Marrocco (FLI) e si parla anche della candidatura di Gianni Pompeo (UDC)

C’è però un dato importante, gli elettori di PD, Sel e Movimento 5 Stelle, eleggeranno deputati e senatori scelti con consultazioni democratiche attraverso le “parlamentarie” dei tre partiti. Buona parte degli eletti nel movimento di Grillo e nei partiti di Bersani e Vendola, saranno stati scelti dagli elettori.

Per quanto riguarda il Partito Democratico, ci sono già due nomi per la provincia di Trapani: l’alcamese Nino Papania e Pamela Orrù di Trapani.

SI VOTERA’ CON IL PORCELLUM

Come per le precedenti elezioni politiche del 2006 e 2008, verrà adottato il sistema proporzionale con soglie di sbarramento e premio di maggioranza, introdotto con la legge 270 del 2005, il cosiddetto Porcellum, dal nomignolo che gli assegnò il leghista Roberto Calderoli, estensore della legge.

I principali elementi che caratterizzano tale sistema sono:

* la possibilità delle liste di aderire a coalizioni, indicando previamente il nome del leader della coalizione
* la previsione di un articolato sistema di soglie di sbarramento
* l’attribuzione di un premio di maggioranza alla coalizione (o lista) vincente