ora di legalità scuole

foto. jangany

Il Ministero dell’Istruzione valuta positivamente la proposta di introduzione nelle scuole della materia “ educazione alla legalità”

Il Sindaco, Avv. Felice Errante, nella qualità di presidente del Consorzio Trapanese per la Legalità e lo sviluppo, si è recato a Roma per un incontro con il Dr. Giuseppe Pierro, Capo di Gabinetto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Sen. Stefania Giannini, per illustrare nei dettagli la proposta di introduzione della materia “Educazione alla Legalità” tra le materie di insegnamento delle scuole di ogni ordine e grado del territorio nazionale.

Nella giornata di ieri è giunta la lettera, a firma del Direttore Generale del Ministero, Dr.ssa Giovanna Boccia, in cui si riscontrava favorevolmente la proposta, ritenendola meritevole di accoglimento.

Nella missiva, indirizzata oltre che al Consorzio anche all’Ufficio Scolastico Regionale, si chiede di organizzare in tempi brevi un incontro tra la Direzione Generale del Ministero, quella scolastica e quella del Consorzio, ai fini di valutare le azioni proposte, su un tema così incidente per l’odierna società civile, nella convinzione che tale proposta rafforzi l’affermazione dei principi della legalità, che possono affermarsi nella nostra società solo trasmettendone i valori alle nuove generazioni.

Come è noto il Consorzio racchiude i comuni di : Alcamo, Calatafimi-Segesta, Campobello di Mazara, Castellammare del Golfo, Castelvetrano-Selinunte, Erice, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco, Salemi, Trapani e Vita, e nei mesi scorsi aveva inviato al Ministero la proposta al fine di portare avanti una progettualità che sensibilizzi i cittadini, la scuola e le associazioni per lo sviluppo di una società democratica e legale.

Ci riempie di orgoglio il solo pensiero che in tutte le scuole italiane, per volontà manifestata dal Consorzio che mi onoro di presiedere, possa presto essere applicata questa materia di studio- afferma Errante- ho il dovere di ringraziare, oltre ai colleghi sindaci, il signor Ministro ed il suo Staff per la tempestività con la quale hanno affrontato e condiviso questa idea progettuale che nasce dalla considerazione che la fiducia verso le Istituzioni è essenziale e perché la legalità è la ricchezza di un popolo, un bene prezioso da conquistare, conservare e difendere