farmaciaNon è piaciuta a due titolari di altrettante farmacie la delibera con la quale lo scorso mese di aprile la giunta comunale ha individuato due nuove zone in città, una a nord e una a sud, nelle quali allocare altrettante farmacie da trasferire dal centro storico – nel quale a distanza di poche decine di metri l’una dall’altra ve ne sono sette – in altre zone di più o meno recente espansione che ne sono sprovviste.

Così hanno deciso di impugnare la delibera e di presentare ricorso al Tar contro oltre che l’esecutivo di Palazzo Pignatelli e il dirigente comunale del III Settore Uffici tecnici anche contro tre colleghi.

Le due ricorrenti chiedono l’annullamento non soltanto della delibera della giunta Errante ma anche del progetto che è stato predisposto dal dirigente del III Settore Uffici tecnici che poi il primo cittadino e gli assessori hanno fatto proprio esitandolo positivamente. Un’altra delibera, consequenziale alla precedente, contro la quale è stato proposto ricorso al Tar – la notifica all’amministrazione comunale è giunta il 20 giugno – è quella con la quale la giunta, lo scorso 5 giugno ha deciso di dare il via libera al trasferimento di una farmacia da via Vittorio Emanuele, nel centro storico, a via Trapani.

In questo procedimento davanti ai giudici del Tribunale amministrativo regionale, a Palermo, l’esecutivo si farà rappresentare dall’avv. Francesco Vasile, dell’Ufficio legale comunale.

Margherita Leggio
per La Sicilia