Comunicato Stampa Polizia di Stato – ALCAMO, Operazione antidroga REGINA DI CUORI: L’attività in parola rappresenta la sintesi di una indagine di polizia giudiziaria iniziata da questo Ufficio nel settembre 2016 a seguito di atto incendiario consumato in questo centro in pregiudizio di uno spacciatrice di stupefacenti palermitana e che si concludeva nella decorso estate.

Le risultanze investigative che hanno portato all’adozione degli odierni provvedimenti, hanno evidenziato l’esistenza di un gruppo delinquenziale, capeggiato dal pregiudicato mafioso REGINA Salvatore cl.1960 e che contava sulla costante e consapevole collaborazione della moglie VIRGADAMO Anna Maria, del figlio REGINA Gaetano e del cognato VIRGADAMO Antonino, operante nel traffico di sostanze stupefacenti del tipo marijuana e cocaina su questo territorio e quello dei Comuni di Castellammare de Golfo, Mazara del Vallo e Marsala.

Oltre alle numerose condotte accertate relativamente al trasporto, detenzione, cessione e coltivazione di sostanze stupefacenti, le indagini in argomento consentivano di contestare altri reati che i predetti, a vario titolo, organizzavano con tre pericolosi pregiudicati rumeni: un episodio di estorsione aggravata consumata in pregiudizio di un pregiudicato castellammarese per costringerlo a pagare un debito contratto per degli acquisti di stupefacente; il tentato incendio in pregiudizio di una scuderia di cavalli riconducibili alla titolarità dell’imprenditore partinicese SPECIALE Giuseppe, socio peraltro del noto agriturismo “BAGLIO RAKALI”, che non veniva portato a termine grazie all’intervento di personale dipendente il quale, di concerto con l’A.G., bloccava l’azione delittuosa mentre gli indagati, a bordo di un furgone rubato carico di benzina e vecchi pneumatici, percorrevano la strada per raggiungere il vicino Comune di Partinico; il tentato furto in abitazione consumato sul territorio di Marsala; Detenzione illecita di armi alterate, nella fattispecie un fucile a pompa di fabbricazione statunitense, un fucile a canne mozze risultato essere rubato, un fucile a ricarica automatica MOSCHETTO CARCANO mod. 91 e munizionamento vario.