Jean Paul Barrio non è più sacerdote. Lo scorso mese di settembre era stato nominato vicario nell’Unita Pastorale delle Parrocchie dell’Annunziata (Badia) e della Madonna della Salute di Castelvetrano.

47 anni,  nato a Toussiana (Burkina Faso), Jean Paul Barrio si è laureato in giurisprudenza ed in teologia dogmatica e prima di arrivare a Castelvetrano ha svolto, per diversi anni, la missione di parroco nella Parrocchia San Matteo a Marsala. Negli ultimi anni è stato inoltre cappellano del carcere di Castelvetrano.

Nel 2012 ha promosso la nascita dell’associazione, “Verbum Caro” che si propone di sviluppare una serie di attività volte alla promozione di progetti per il reinserimento sociale dei detenuti ed ex detenuti. È anche autore del romanzo “Finché si spegna la luna…Destino di donna”

Citando le parole del Vescovo di Noto, padre Jean Paul, da comune cittadino, ha rivolto il seguente pensiero attraverso i social:

Il cattolicesimo convenzionale è l’alienazione religiosa: dove si prega, ma non si opera la carità, dove s’invoca Dio e non si obbedisce al suo comandamento dell’amore, dove si chiede misericordia e non si perdona. Un «cattolicesimo svuotato di cristianesimo» è l’eresia ultima, perché non fa funzionare la salvezza cristiana nella carne degli esseri umani, disincarnando l’Incarnazione.