Diego Cammarata Sindaco di PalermoIl sindaco di Palermo, Diego Cammarata, è stato condannato dalla Corte dei conti a risarcire all’erario 200 mila euro per dieci consulenze ritenute illegittime, perché non utili, dai giudici contabili.

Con il primo cittadino è stato condannato il dirigente del settore Urbanistica del Comune, Federico Lazzaro, il quale dovrà pagare 100 mila euro. Il dirigente ha proposto dieci consulenti e il sindaco, nel marzo 2004, ha firmato gli incarichi. L’avvocato del sindaco, Gaetano Armao, dice di non aver letto la sentenza: “Non sono andato allo studio – spiega – in ogni caso si tratta di una condanna di primo grado e ci sarà un appello”.

(ansa)