senso-unico.jpg

Ieri mattina è stata depositata e protocollata presso gli uffici del Palazzo Municipale la petizione indetta da l’Urlo circa la rimozione del divieto d’accesso alla piazza Escrivà/Matteotti di Castelvetrano.
Di seguito trovate il testo integrale dell’istanza di accompagnamento.

È giusto sottolineare che le mille firme raccolte non sono poche. Si tratta infatti di un argomento prettamente tecnico che riguarda una zona determinata della città e non un aspetto o una scelta politica dell’amministrazione cui è diretta. Ringrazio ancora una volta tutti coloro che hanno collaborato e prestato il loro consenso all’iniziativa.

Castelvetrano, lì 9 novembre 2009

Egr. Sig. SINDACO della Città di Castelvetrano
Piazza Umberto I – Palazzo Municipale
91022 Castelvetrano (TP)

Oggetto: Raccolta firme contro il divieto d’accesso alla Piazza Escrivà di Castelvetrano

La presente per trasmettrLe la petizione indetta dall’Urlo di Castelvetrano, con cui mille castelvetranesi hanno espresso il loro dissenso al divieto d’accesso alla Piazza Escrivà.
Nell’allegare la petizione, riportiamo alcune delle proposte fatte dai residenti della zona in alternativa al divieto, ferma restando la volontà generale della sua rimozione:
1. Allargamento delle fasce orarie in cui è consentito il transito.
2. Predisposizione di un semaforo veloce che possa meglio regolare l’incrocio e meglio determinare il flusso veicolare.
3. Consentire il transito della via Q. Sella esclusivamente alle autovetture che devono raggiungere la via Trapani e la via Giallonghi; al contempo invertire il senso di marcia della via Lazzaretto per gli automobilisti che si dirigono verso la via Mazzini. Il traffico nella prima si alleggerirebbe sensibilmente.
Certi della Sua presa in considerazione del problema, porgiamo i nostri più distinti saluti.

l’Urlo
(LA VOCE non basta più…)