Che tristezza vedere, dentro la cassetta della posta, una busta con la nuova e rinnovata tessera sanitaria di Denise, purtroppo mai utilizzata. In alcuni casi, per lo Stato italiano, gli scomparsi esistono, per altri… si sarebbero eclissati, o forse mai esistiti”.

Lo scrive su Facebook Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, la bimba scomparsa da Mazara del Vallo tredici anni fa, mentre giocava sul marciapiedi di casa.

La scomparsa è avvenuta intorno a mezzogiorno dell’1 settembre 2004 a Mazara del Vallo in via Domenico La Bruna, angolo, via Castagnola, che porta velocemente all’autostrada. Denise ha svoltato l’angolo della strada, per rincorrere un cuginetto, dove abita una zia della bambina che ha riferito di averla vista l’ultima volta intorno alle 11,45 fare capolino e poi tornare verso casa, dove non vi ha fatto ritorno, il tutto è successo in pochi minuti. Ancora oggi di Denise, che al momento del sequestro non aveva compiuto quattro anni, non si sa nulla.

Data di nascita: 26 ottobre 2000
Occhi e capelli: castani
Segni particolari: aveva un doppio foro ad entrambi i lobi degli orecchi e un graffio sotto l’occhio sinistro

info su www.cerchiamodenise.it