toto cuffaroNon è una condanna per mafia, per cui non si dimette come aveva promesso. Il favoreggiamento alla mafia c’è, ma è semplice. Totò vasa-vasa si sarebbe dimesso soltanto in presenza di quello aggravato.

Ma qual è la differenza tra il favoreggiamento semplice e quello aggravato? Quello semplice (art. 378 del codice penale) riguarda sostanzialmente la volontà di prestare aiuto a qualcuno, con la consapevolezza di intralciare e ritardare le fasi investigative e di ricerca. Per quello aggravato (art. 7 d.l. 13 maggio del 1991, n. 152), occorre che l’azione sia diretta ad agevolare l’attività dell’intero sodalizio mafioso.

In altre parole, se aiuti un singolo mafioso, intralciando le indagini, è un favoreggiamento semplice. Se invece aiuti un’intera organizzazione mafiosa, allora è favoreggiamento aggravato.

E se aiuti due o tre mafiosi?

La terza sezione penale del Tribunale, presieduta da Vittorio Alcamo, ha escluso l’aggravante, quindi, secondo la loro sentenza, se aiuti due o tre mafiosi non aiuti tutta la mafia.
Da qui a dire che lui non c’entra niente con la mafia ce ne passa…!

Questo in primo grado.

In appello i legali di Totò vasa-vasa cercheranno di dimostrare che al momento della soffiata lui non poteva sapere che stava aiutando dei mafiosi. E il cerchio si chiuderà, arriveranno i soldi da Roma per gli inceneritori e ci saranno cannoli e babà per tutti.

Abbiamo un governatore della Sicilia, condannato a 5 anni ed interdetto dai pubblici uffici che lui stesso presiede. Chissà… Governerà da un gazebo montato in piazza Politeama?
Certo che i “favori” elargiti a destra e a manca hanno prodotto un piccolo esercito di fedelissimi che lo adorano.
Ovviamente lui estende questo sentimento a tutti i siciliani, dicendo che la Sicilia gli vuole bene.

È un sentimento strano nei confronti di un amministratore della cosa pubblica.

Io, nel mio piccolo, amministro anche condomini. La gente può essere soddisfatta o meno del mio operato, ma ci sono soltanto due condomini che mi vogliono bene: i miei genitori. Ovviamente non in quanto amministratore del loro condominio.

(Egidio Morici)
egidio.morici@500firme.it
www.500firme.it