sonia alfano

E’ difficile oggi riconoscere il mafioso dal suo aspetto. Niente più coppole e doppiette, la nuova mafia manipola e si confonde col potere istituzionale e col sistema finanziario, in grado di gestire operazioni elettorali, decidendo in anticipo risultati che arrivano dopo sapienti movimenti di masse elettorali inermi. Sempre più frequentemente, a tutti i livelli, proliferano gli accordi tra il potere politico e quello imprenditoriale, dove le mafie fanno da cuscinetto.

E’ un sistema solo siciliano, meridionale? Oppure è da tempo una piovra dai tentacoli sempre più lunghi, che oltrepassano lo stretto e le alpi e si attorcigliano alle varie nazioni europee?
Quanti affari fa la mafia in Germania, in Spagna, in Francia?
Chi controlla?

Contrastare la mafia solo nel sud Italia non è sufficiente, ecco perchè Sonia Alfano, dal parlamento europeo, aveva proposto la creazione di un intergruppo per la lotta alle mafie, che ha ottenuto l’appoggio del gruppo liberale ma che non vedrà la luce per il mancato sostegno da parte del Pd.
La lotta alle mafie– ha detto Sonia Alfano – non ha colori e l’atteggiamento del Pd e’ assurdo. Credono forse che sia inutile o non sono semplicemente d’accordo con il tema? Questa e’ un’ennesima conferma del loro comportamento contraddittorio: predicano bene in Italia per smentirsi poi in Europa“.

Egidio Morici
www.500firme.it