Approvato dal Consiglio Provinciale di Trapani, l’ordine del giorno, presentato ieri dal Consigliere Giuseppe Ortisi, con cui la Dott.ssa Luciana Giammanco, nella sua qualità di Commissario Straordinario della Provincia Regionale, viene invitata a valutare la possibilità di revocare le delibere di concessione dei contributi, approvate nell’immediatezza delle dimissioni dell’ex Presidente Girolamo Turano, ricostituendo il fondo di riserva la cui funzione primaria è quella di far fronte ad eventuali emergenze territoriali. (clicca qui per la lista dei contributi)

Il documento, votato per appello nominale così com’era stato richiesto dal Consigliere Cucchiara, è stato approvato a larghissima maggioranza: 17 voti favorevoli ed 1 astenuto, il Consigliere castelvetranese Santo Sacco, che ha motivato tale astensione con quelle che erano state le indicazioni del suo partito, cioè il PDL. Sacco inoltre ha dichiarato di avere partecipato alle votazioni in segno di rispetto nei confronti dell’Aula.

Altro argomento discusso, durante la seduta, è stato poi quello concernente la Megaservice, con il Consigliere Ignazio Passalacqua (SEL) che è tornato ad esprimere preoccupazione per la sorte dei dipendenti di tale partecipata anche alla luce della notizia che i lavori relativi alla cura della Riserva “Bosco d’Alcamo” sarebbero stati ultimamente affidati ad una società esterna, facendo così venir meno le commesse prima destinate alla Megaservice.


Passalacqua, inoltre, ha dato conferma della notizia, da lui anticipata nella seduta consiliare di lunedì scorso, di una riunione fra lavoratori della Megaservice e sindacati di categoria, che si sarebbe svolta nei giorni scorsi a Castelvetrano (non a Campobello di Mazara come erroneamente affermato in un primo momento) e che ha definito inquietante e grave perché a tale riunione avrebbe preso parte anche l’ex Presidente Turano.

Anche per quanto riguarda il complessivo stato dell’arte e le prospettive della Megaservice, il Presidente del Consiglio, Peppe Poma, ha riferito all’Aula che sta lavorando assieme al Segretario Generale dell’Ente per acquisire tutta la documentazione utile e necessaria per lo svolgimento di un dibattito serio e sereno. In precedenza, sia il Presidente Poma che il Vice Presidente Ortisi, avevano espresso la loro solidarietà e quella dell’intera Aula al Consigliere Comunale di Favignana, Michele Rallo, fatto segno di un esecrabile atto intimidatorio.