A due settimane dalla fine della XII edizione del Premio Pino Veneziano, assegnato quest’anno a due formidabili protagonisti della cultura italiana, Franco Arminio e Vinicio Capossela, il Coordinamento del Premio sente il bisogno di ringraziare tutti coloro che hanno favorito la buona riuscita dell’iniziativa, a partire dal Direttore del Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa, l’architetto Enrico Caruso, che, pur essendo arrivato da pochi mesi a Selinunte, ha subito colto favorevolmente lo spirito del Premio, supportandone gli aspetti logistici e organizzativi con sincera partecipazione.

 

pensiero contemporaneoUn ringraziamento va anche al Sindaco di Castelvetrano Selinunte, l’avvocato Felice Errante, il quale, nonostante le criticità del momento, non ha mai smesso di credere nel progetto culturale del Premio, confermando anche quest’anno il suo sostegno.

Ci preme ricordare, a tale proposito, anche l’amicale e sincera collaborazione – fin dalle fasi iniziali dell’organizzazione di quest’ultima edizione – dell’assessore uscente alla cultura del Comune di Castelvetrano Selinunte, Salvatore Stuppia. Un ringraziamento va ugualmente all’assessore (anche in questo caso, uscente) Matilde Mattozzi: presente, in rappresentanza della Civica Amministrazione, nel corso della manifestazione.

Il Premio Pino Veneziano ha sempre avuto tra le sue principali peculiarità una proiezione territoriale abbastanza ampia. In questo senso, due importanti Comuni della Valle del Belìce, Sambuca di Sicilia e Menfi, hanno dato un importante apporto curando anche due momenti di riflessione sul tema “Paesaggio e identità territoriale nella Valle del Belìce”, interni alla programmazione di questa dodicesima edizione. Agli Amministratori di queste due città va pure il nostro ringraziamento.

pino veneziano vinicio capossela

Si diceva degli ospiti cui è stato assegnato il Premio: Franco Arminio e Vinicio Capossela. La loro presenza, oltre che onorarci, ha posto al centro di quest’esperienza il senso della condivisione. A loro va tutta la nostra gratitudine per l’intensità del loro messaggio di bellezza e di amicizia rivoltoci.
Nel corso delle giornate, abbiamo anche avuto modo di ospitare ed ascoltare due insigni studiosi, l’ex ministro Fabrizio Barca e il professor Ignazio E. Buttitta, presidente della Fondazione “Ignazio Buttitta”: li ringraziamo per la passione e la ricchezza dei loro interventi.

Un ringraziamento va a Luca Bernini, dello staff di Vinicio Capossela, per la gentilezza e la premurosa collaborazione, e a due giornaliste che hanno animato con garbo ed eleganza due momenti del Premio, Lidia Tilotta (RAI – TG Sicilia) e Mariella Pagliaro (Giornale di Sicilia).

La programmazione del Premio di quest’anno proseguirà con alcuni “Incontri con gli Autori”, presso l’atelier “Pensiero Contemporaneo” (alleghiamo il calendario completo degli appuntamenti), curati dagli amici Gaetano Savatteri e Vincenzo Maria Corseri. A loro va, infine, il nostro più sincero ringraziamento per i suggerimenti e l’impegno profuso nel sostenere, seppure in maniera differenziata, con i loro consigli e una costante presenza, la buona riuscita di questi incontri letterari e l’organizzazione, in generale, di quest’ultima edizione Premio Pino Veneziano.

Vostro affettuosissimo Umberto Leone

————

Mercoledì 17 agosto, ore 19.00

Gaetano Savatteri incontra Giosuè Calaciura, scrittore e giornalista, tra gli autori della trasmissione Farhrenheit di Rai Radio 3, per conversare sul suo ultimo volume, “Pantelleria. L’ultima isola”, Laterza 2016.

Massimo Onofri recensisce “Pantelleria. L’ultima isola” (su “Avvenire” 24 giugno 2016):http://www.laterza.it//images/stories/pdf/9788858120910_Calaciura_Avvenire_24-06-2016.pdf

Giovedì 18 agosto, ore 19.00
Gaetano Savatteri, scrittore e giornalista, autore di alcuni importanti saggi sulle mafie e di diversi romanzi gialli pubblicati da Sellerio, presenta, insieme ad Antonino Cangemi, la nuova edizione del suo “I ragazzi di Regalpetra”, Editore Melampo 2016.

Antonino Cangemi recensisce “I ragazzi di Regalpetra” (su “Sicilia Informazioni”, 30 giugno 2016): http://www.siciliainformazioni.com/antonino-cangemi/358586/i-ragazzi-di-regalpetra-di-gaetano-savatteri

Gli incontri si terranno presso l’atelier Pensiero Contemporaneo, via Pirro Marconi (di fronte l’ingresso del Parco Archeologico), a Marinella di Selinunte.