Scintille a Castelvetrano, durante l’ultimo consiglio comunale del 30 novembre scorso. Un gruppo di consiglieri minaccia di abbandonare i lavori perché mancherebbe la maggioranza in aula per votare un importante regolamento elaborato dalla II commissione per favorire l’accesso delle micro e piccole imprese ai lavori pubblici del Comune.

Nonostante le polemiche, il regolamento è stato infine approvato grazie al voto della maggioranza e dei consiglieri Di Maio e Sciacia in quota PDL.

Enrico Adamo (FLI) dichiara:

Come componente della II commissione lavori pubblici esprimo grande soddisfazione per l’approvazione di un regolamento che rappresenta uno dei principali obbiettivi che ci siamo posti durante la campagne elettorale.

Ritengo ingiustificabile il comportamento dell’opposizione che ha abbandonato il consiglio durante la votazione di un regolamento che, se sistematicamente applicato, nei limiti delle vigenti leggi, garantirà molti posti di lavoro nel territorio castelvetranese in questo momento difficile per la nostra società.

A prescindere dalle motivazioni della protesta, non era sicuramente ne il momento ne il luogo adatto. Ringrazio pubblicamente tutti i consiglieri della maggioranza, ed in particolare i consiglieri Di Maio e Sciacia che con grande senso di responsabilità non hanno aderito alla protesta rimanendo in consiglio risultando poi determinanti durante la fase di votazione.

Monica Di Bella (PD), condividento il messaggio del consigliere Adamo ha inoltre dichiarato che si sarebbe aspettata la partecipazione in sede di Consiglio almeno da quei componenti di opposizione che facendo parte della II commissione sui lavori pubblici, hanno lavorato sull’importante regolamento ormai noto come “Appalti a Km zero”.