I Militari della Compagnia Carabinieri Palermo San Lorenzo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. per “divieto di combattimenti tra animali in concorso”, nei confronti di sei soggetti, d’età compresa tra i 20 e i 30 anni, tutti residenti nel quartiere Zen 2 di Palermo e per “maltrattamento di animali in concorso”, nei confronti di due degli stessi.

I fatti risalgono allo scorso marzo quando, nel corso di un controllo stradale, i militari sorprendevano in un’autovettura in transito in via Leonardo da Vinci, i cinque intenti a visionare un video su una fotocamera digitale. Alla vista dei Carabinieri, la telecamera sarebbe stata nascosta.

Insospettiti, i militari approfondivano l’accertamento, notando prima gli abiti sporchi di sangue indossati da una delle persone, e poi verificando come i filmati memorizzati nella videocamera riproducessero un sanguinoso e cruento combattimento tra due cani “pit bull”, tenuto in un “ring” costituito da un recinto di legno ed una moquette verde, a cui assistevano diversi spettatori/scommettitori.

continua su GeaPress