«La cittadinanza onoraria che domani verrà conferita al capo della Polizia Antonio Manganelli è un ulteriore smacco alla mafia sulla via della lotta alla criminalità».

Lo ha detto Gianni Pompeo, sindaco per dieci anni a Castelvetrano e ora in corsa alle elezioni regionali nella lista dell’Udc.

È stata l’Amministrazione comunale guidata da Pompeo a formalizzare il piano di lottizzazione (con la supervisione dell’allora Prefetto di Trapani Giovanni Finazzo) che ha consentito l’assegnazione a diversi enti (Guardia di Finanza, Polizia e lo stesso Comune) del terreno confiscato al castelvetranese Francesco Geraci.

Domani il capo della Polizia Manganelli, alle ore 12,30, proprio sul terreno confiscato dove sarà inaugurato il nuovo commissariato di Pubblica Sicurezza, riceverà la cittadinanza onoraria da parte del sindaco Felice Errante.

Il contraltare all’onta di essere conosciuti come la città che ha dato i natali al superlatitante Matteo Messina Denaro è proprio l’agire nel dare segnali concreti di crescita e di percorsi impregnati di legalità – ha detto Pompeo – e il dare la cittadinanza onoraria al capo della Polizia, che da anni ricerca Matteo Messina Denaro, è un ulteriore ed importante passo in questa direzione.