Il leader dell’Udc, Gianpiero D’Alia, ha dichiarato che non sarebbe contrario a una presidenza grillina all’Ars. Ma il portavoce del movimento, Giancarlo Cancelleri, non ci sta. E ribatte a D’Alia: “No, grazie. Temo che questa proposta sia fatta per bloccare una voce libera fuori dal coro. Vogliamo parlare di progetti, non di poltrone. Quello di presidente dell’Ars è un ruolo ingessato, istituzionale – dice Cancelleri – ha pochi margini di manovra. Noi intendiamo portare all’Ars progetti nuovi”.

Il Movimento Cinque Stelle propone Concetta Raia, deputato del Partito Democratico, uscente e riconfermata dalle urne, come presidente dell’Assemblea regionale siciliana.

“E’ donna e tra le elette ha ottenuto il maggior numero di voti, 9.763 – dice il portavoce di M5S, Giancarlo Cancelleri – Abbiamo fatto un piccolo report, Raia è una persona per bene e ha un importante esperienza sindacale”.

I “grillini” rilanciano dunque l’idea che sia una donna a presiedere il Parlamento. “Sarebbe un segnale importante, un ulteriore messaggio di innovazione – sostiene Cancelleri – in una Regione che ha eletto un governatore omosessuale dichiarato e impegnato nella lotta alla mafia, oltre a un numero considerevole di donne all’Ars come non era mai successo in passato. Affidare a una donna la guida dell’Assemblea sarebbe in linea col cambiamento in atto”.

Chi è Concetta Raia?

Nata a Grammichele il 15 marzo 1965. Titolo di studio Maturità commerciale.

La sua vita politico-sindacale si è sempre contraddistinta nell’impegno e nelle lotte per il sociale ed il miglioramento della condizione dei lavoratori.
La sua carriera politica inizia con l’impegno nella Figc Federazione Giovani Comunisti dal 1986 al 1991.

Iscritta al PCI dal 1989 successivamente ha aderito al PDS dopo la svolta e ai DS oggi PD.
Responsabile del centro informazione disoccupati della CGIL del calatino dal 1987 al 1989.
Presidente del circolo Arci di Grammichele dal 1993 al 1995.

Responsabile coordinamento donne della CGIL del calatino nel 1992.
Segretario Generale FLAI CGIL di Catania dal 1998 al 2007.
Segretario Confederale CGIL di Catania con delega all’Industria e ai settori produttivi.

Eletta alle primarie del 14 Ottobre 2007 alla costituente Nazionale del Partito Democratico nella lista Con Veltroni. ambiente, innovazione, lavoro.