polizia castelvetranoHanno avuto termine la scorsa settimana le operazioni straordinarie di controllo del territorio di Castelvetrano, disposte dal Questore di Trapani dott. Carmine Esposito in occasione delle recenti festività di Natale e Capodanno.

Tali attività sono state effettuate su più fronti, atteso il considerevole numero di cittadini e turisti che hanno affollato il nostro Centro.

Sul fronte della Polizia Amministrativa, come ogni anno è stato dato particolare rilievo al controllo sulla vendita degli artifici pirotecnici. Considerata l’attenzione sempre crescente da parte della Polizia di Stato sugli incidenti che si verificano in coincidenza dei festeggiamenti di Capodanno, numerose attività commerciali della città, tanto stabili quanto ambulanti, sono state dunque sottoposte a scrupolosa verifica, onde verificare che fossero in vendita soltanto prodotti conformi alla normativa vigente.

Per ciò che riguarda la prevenzione dei reati, è stato previsto ed effettuato un sensibile incremento del numero degli equipaggi in servizio esterno, anche appiedato, lungo le vie del Centro Storico, le arterie di maggiore afflusso alla città nonché la zona del Centro Commerciale, invaso quest’ultimo da un significativo numero di avventori e dunque ritenuto di particolare sensibilità.

Proprio uno di questi servizi di prevenzione, in particolare, ha permesso proprio il giorno 31.12.2013 di trarre in arresto T.A., di anni 62, con numerosi precedenti penali, residente a Castelvetrano, per il reato di evasione; lo stesso, infatti, stava scontando presso il proprio domicilio un periodo di detenzione domiciliare a seguito di Ordinanza dell’Autorità Giudiziaria per reati pregressi.

Durante il transito presso questa Piazza S. Francesco, uno degli equipaggi notava il predetto intento a colloquiare con altri soggetti ivi presenti; effettuato il controllo e verificata l’attualità della misura, questi veniva accompagnato in Ufficio dove veniva arrestato per il reato di evasione. Accompagnato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, presso la propria abitazione per il ripristino della misura, il giorno successivo personale dell’Ufficio si recava a prenderlo per accompagnarlo a Marsala per il Giudizio Direttissimo. Non avendolo trovato in casa, il personale si metteva immediatamente alla sua ricerca; trovato quale ora dopo, T.A. veniva accompagnato presso il Tribunale di Marsala, dove l’Autorità Giudiziaria disponeva la prosecuzione della detenzione presso il carcere di Trapani.

Commissariato di Pubblica Sicurezza di Castelvetrano
Il Dirigente Dott. Giovanni Modica