La Giunta Municipale, guidata dal Sindaco, Avv. Felice Errante, ha deliberato di approvare il regolamento per il riconoscimento delle agevolazioni per il pagamento dei tributi locali, in favore di quelle imprese che hanno sporto denuncia nei confronti di atti estorsivi, compiuti ai loro danni.

L’amministrazione, al fine di rafforzare l’impegno a sostegno della cultura della legalità, ha deciso di approvare delle misure di solidarietà in favore di quelle vittime dei reati di estorsione ed usura.

Destinatari del provvedimento saranno coloro che hanno un attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o sono liberi professionisti che, dopo aver subito un danno a beni mobili ed immobili, ovvero lesioni personali, ovvero richieste estorsive e/o usuraie, forniranno all’autorità giudiziaria elementi decisivi per la ricostruzione dei fatti e per l’individuazione o la cattura delle richieste estorsive e/o usuraie.

Le vittime di tali reati, grazie al regolamento approvato dall’Amministrazione, e che ora sarà sottoposto al Consiglio Comunale, usufruiranno delle seguente agevolazioni: esenzione dell’imposta comunale sugli immobili (IMU), della tassa smaltimento rifiuti solidi urbani (TIA), del canone per l’occupazione del suolo pubblico (TOSAP), dell’imposta comunale sulla pubblicità (ICP) e dei cannoni idrici per un periodo di cinque anni; inoltre potranno concordare un piano di rientro quinquennale per il pagamento dei tributi pregressi.

Siamo particolarmente soddisfatti di essere riusciti ad approvare un regolamento così importante in favore dei cittadini che dovessero subire atti intimidatori così gravi- afferma il sindaco- non si tratta di un mero protocollo d’intesa, che altri hanno fatto e che si sono rivelati assolutamente inconferenti, ma di un concreto aiuto economico, con un notevole sforzo da parte dell’amministrazione, che vuole fornire un assistenza significativa a tutti coloro che subendo ignobili ricatti spesso sono costretti a chiudere l’attività economica, con le prevedibili conseguenze.

La nostra azione sarà sempre improntata al rispetto della legalità- conclude Errante- non con vuote parole ma con atti efficaci e con risorse economiche che possano contribuire a far crescere nel cittadino la certezza che le istituzioni gli sono vicine, solo così si può abbattere quel muro di silenzio e di paura che fa si che il crimine possa attecchire.