Imposta Unica Comunale

La giunta comunale pubblica il regolamento per l’applicazione e la disciplina dell’Imposta Unica Comunale (IUC) che prevede la nuova “Tasi”e la “Tari” e si adegua ai provvedimenti voluti dal Governo Nazionale. La Tasi sostituisce l’IMU per le prime case, che rimane invece in vigore ,per le seconde case ed immobili commerciali.

La Tari invece, sostituisce la famosa Tares, legata al pagamento dei servizi di rifiuti urbani. Nella pubblicazione a firma del segretario Elia Maggio si ricorda che la prima rata della Tasi andrà versata entro il 16 ottobre 2014, mentre la seconda rata andrà versata entro il 16 dicembre 2014. In entrambi casi si procederà in autoliquidazione, quindi non arriverà alcuna bollettino al proprio domicilio per la Tasi, e bisognerà recarsi presso un centro assistenza fiscale per provvedere alla preparazione dei bollettini. Tutto rimane come prima per l’IMU delle seconde case e beni commerciali.

Per i rifiuti la tariffa non si chiamerà più Tares ma Tari e i cittadini riceveranno i soliti bollettini. Una ridda di sigle da mandare gli utenti in confusione. Il regolamento,approvato anche dal consiglio comunale,disciplina l’applicazione dell’imposta unica comunale nel Comune di Castelvetrano sui parametri previsti dalla norma Nazionale. La nuova imposta si basa su due presupposti impositivi: uno è costituito dal possesso di immobili, e l’altro collegato all’erogazione e alla fruizione di servizi comunali.

Nel regolamento ,nella tassa sui rifiuti (TARI), sono previste anche possibili sgravi per le attività commerciali.”Abbiamo avviato la IUC- spiega il sindaco Errante- cosi come previsto dal Governo Monti-La Tasi è una novità che è necessaria per compensare i mancati trasferimenti dello Stato. Nessun aumento sulle tariffe legate ai rifiuti”. Altre informazioni si possono avere sul sito web del comune, all’ufficio tributi e nei centri di assistenza fiscale.