Piero Cipriano bnbsitterOggi vi raccontiamo di un brillante progetto che vede protagonista un giovane castelvetranese, Piero Cipriano, classe 1976.

Piero è nato in Svizzera ma ha svolto gli studi liceali a Castelvetrano presso l’istituto “Pantaleo”  dove afferma di avere ricevuto la sua migliore formazione. Dopo il diploma, decide di frequentare l’università la Sapienza di Roma per poi trasferirsi in Francia per un dottorato in sociologia. A Parigi, conosce un altro siciliano, Biagio Tumino, nato a Comiso, laureato in fisica.

Due normali ragazzi  che un giorno guardandosi intorno si rendono conto di non avere ancora deciso cosa fare “da grandi”. A volte sui social ci capita spesso di vedere delle foto di posti esotici a cui segue la fatidica frase “ voglio svegliarmi qui”… e proprio presi dalla stanchezza di un futuro da definire, dallo stress del “voglio ma non posso” i due senza un soldo in tasca, decidono di spendere gli ultimi risparmi in un viaggio, quel viaggio che gli avrebbe cambiato la vita.

Piero Cipriano et Biagio Tumimo fondateurs de BNBSITER

Arrivati a Rio de Janeiro, e prenotato un posto letto con la nota piattaforma AirBnb incappano in un inconveniente che per un viaggiatore lascia l’amaro in bocca, nessuno li attendeva per portarli al loro appartamento prenotato. Il proprietario svanito, la vacanza in un paese sconosciuto iniziata davvero nel peggiore dei modi.

Un problema che però non basta a fermare due anime di viaggiatori, ragion per cui da quella pillola amara hanno creato un porto in cui attraccare la propria barchetta, quell’esperienza gli è servita per far si che nessun altro si trovi nella situazione identica di arrivare in un paese straniero e non essere accolto da chi ti ospita.

Punto di partenza, l’idea… punto a sfavore, il denaro… ma trovano il primo investitore che rischia sull’idea.. e nel 2013 il loro primo contatto porta le prime 50,000 euro.

Va online la prima versione del sito web del progetto che viene battezzato BnbSitter, i primi clienti arriveranno un anno dopo. Un’altra tappa importante è maggio 2014, quando avviene l’incontro decisivo e inevitabile, quello con Airbnb, che gli permette il primo grande salto. L’estate è alle porte e Airbnb propone di inviare una campagna DEM su Parigi per promuovere questo nuovo servizio. I risultati sono immediati, il numero di richieste aumenta esponenzialmente, si cominciano a reclutare i primi sitter.

Alla fine dell’estate 2014 Piero e Biagio bussano alle porte degli investitori per un secondo più significativo round, che arriva presto: 400mila euro raccolti tra VC, business angel e il contributo di quello che in Francia è il primo investitore in innovazione: bpifrance, banca pubblica di investimento, una banca dello Stato.

Il gioco si è fatto serio e a quel pizzico di follia, vanno aggiunte competenze, formazione, mentorship. Biagio e Piero puntano quindi al primo incubatore finanziato dal Comune di Parigi verticale sul mondo del turismo, Welcome City Lab. Fanno domanda e riescono ad entrare nel programma triennale (ancora in corso) che gli fornirà mentorship, uffici (compreso quello in cui sono oggi), e contatti importanti. Nel frattempo i soldi del secondo round gli permettono di investire in tecnologia.

Un paio di mesi fa la vera svolta, Piero e Biagio firmano ricevono oltre due milioni di euro.  Fra gli investitori, il fondatore di BlaBlaCar, Frederic Mazzella, altri business angels e la società francese di venture capital CapDecisif Management.

Piero Cipriano

Bnbsitter si fa carico, per il proprietario di casa, dei problemi logistici più comuni e dispendiosi in termini di tempo, che accompagnano le fasi dell’affitto. La piattaforma ha già ospitato più di 50 mila viaggiatori in meno di 3 anni (4.000 proprietari di appartamenti) e si è ritagliata il ruolo di servizio di supporto per siti di home exchange e affitti a breve termine, come Airbnb, HomeAway, Homelidays e Misterbnb.

Piero ci svela che in Francia si trova molto bene ed ogni tanto riesce anche a tornare a Castelvetrano dove ancora vivono i genitori. “Il fatto di essere italiano non è mai stata una barriera – chiarisce Piero – anzi, i francesi adorano l’Italia e probabilmente questo mi ha aiutato nella mia carriera”.

Durante la sua ultima visita a Castelvetrano, è riuscito anche a visitare la meravigliosa Chiesa di San Domenico, che si trova proprio affianco al “Pantaleo”, luogo che ha segnato il momento più importante della sua formazione.

La versione italiana della piattaforma è disponibile al seguente indirizzo: https://it.bnbsitter.com/

————————————————————
Dal 2007, il blog CastelvetranoSelinunte.it racconta la storia e le storie di Castelvetrano.
Leggi tutti gli articoli della categoria: BIOGRAFIE
————————————————————