Un gruppo di amici “speciali” hanno condiviso il carnevale dei ragazzi presso l’oratorio della parrocchia Santa Lucia di Castelvetrano. Da quattro anni “Gli amici del Colibrì” si occupano dell’animazione dei quattro pomeriggi di carnevale e tra balli, giochi e allegria, nel salone sono stati ospitati quasi 500 persone, tra bambini e genitori.

Una serata, però, è stata dedicata ad alcuni amici “speciali”: Fabio, Tiziana, Marco, Davide, Giovanni, Paolo. Loro sono diversamente abili, ma questo non è stato un problema per i Colibrì, ai quali li lega una forte amicizia. «Si può rendere felici dei ragazzi “speciali”, che in questi giorni di carnevale, in caso contrario, rimarrebbero soli a casa. Tutto ciò è possibile grazie all’amore e alla sensibilità dimostrata dagli “Amici del Colibrì” che hanno saputo animare la serata coinvolgendo anche noi genitori. Spendersi per gli altri è la vera gioia del carnevale» ha detto Giovanni Quarrato, papà di un diversamente abile e presidente dell’associazione “Con noi dopo di noi”.

Tutte le foto di Gaspare Pompei su www.diocesimazara.eu

hanno collaborato Rosy Costa Cardinale e Alberto Alagna per Condividere

fonte. www.diocesimazara.eu