la-locanda-selinunteL’amministrazione comunale ha approvato, lo scorso lunedì, la convenzione con la cooperativa onlus “Insieme”, che prevede l’ulteriore ampliamento sino a 165 posti della rete Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) all’interno dei centri per immigrati “La locanda”, in contrada Latomie, di Palazzo Polito, in via Canonico Vivona e in contrada Fontanelle, a Castelvetrano, di via selinunte, a Partanna e di via Infermieria dei Cappuccini, a Palermo.

E’ dal 2000 che «Insieme» realizza servizi a favore degli immigrati e in seguito all’emergenza umanitaria si avvale delle cooperative socie del gruppo (Consorzio Stabile) quali: Rent Insieme, Tecno Insieme, Costruiamo Insieme, Locandieri e Liberal Service.

L’importo della convenzione – si legge nell’accordo siglato – è stabilito oltre che, come da convenzione precedente del 20 dicembre 2012 in 51.100 euro e 330.120 euro, in ulteriori 1.062.600 euro per il periodo che va dall’1 gennaio 2012 al 23 gennaio 2014 per l’accoglienza e l’assistenza di altri 165 beneficiari delle “Categorie ordinari”, resi immediatamente disponibili e utilizzabili a partire dal mese di dicembre 2012 fino al 23 gennaio del prossimo anno, per un importo totale 1.443.220 euro

Margherita Leggio
per La Sicilia