carabinieri campobelloI Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano hanno tratto in arresto Russo Maurizio, un 38enne pregiudicato di Castelvetrano responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate nei confronti dell’ex coniuge. L’arresto è stato effettuato venerdì scorso, 29 novembre, dai militari della Stazione di Castelvetrano, guidati dal Luogotenente Domenico Castellano, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Marsala.

Russo era stato denunciato numerose volte dalla sua ex coniuge per i ripetuti maltrattamenti da lei patiti e, lo scorso aprile, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile lo avevano anche arrestato in flagranza del reato di “stalking”, poiché per tre volte nell’arco di una sola mattinata aveva cercato di entrare con forza nell’abitazione della moglie, con cui era in fase di separazione. La donna, terrorizzata, si era barricata in casa con la sorella, tentando invano di dissuadere l’uomo dal suo intento. Russo, però, con un calcio alla finestra della camera da letto, riuscì ad entrare in casa dove aggredì fisicamente le due donne, che riportarono lesioni guaribili rispettivamente in cinque e dieci giorni. A seguito di questi avvenimenti, lo scorso giugno Russo fu ristretto nella casa circondariale di Trapani, in quanto sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere su ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Marsala.

Arrestato RUSSO Maurizio-1

Russo Maurizio – foto. Carabinieri Castelvetrano

Su istanza del suo difensore, Russo aveva beneficiato della sostituzione della misura della custodia cautelare in carcere con la misura degli arresti domiciliari presso l’abitazione di sua madre, dove era stato accompagnato lo scorso 11 novembre. Appena tornato a casa, però, l’uomo ha ripreso a molestare telefonicamente la sua ex moglie e, giovedì scorso, 28 novembre, è stato anche arrestato in flagranza, per evasione dagli arresti domiciliari, dai militari dell’Aliquota Radiomobile, guidati dal Luogotenente Gaspare Maurizio. Il giorno successivo, su richiesta del PM, è stata emessa dal GIP del Tribunale di Marsala un’ulteriore ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dai carabinieri nella stessa giornata. L’uomo è stato dunque accompagnato nuovamente presso la casa circondariale di Trapani, dove è attualmente detenuto.

Si chiude così un altro capitolo di questa lunga e tormentata storia che, a soli pochi giorni di distanza dalla giornata internazionale contro la violenza sulle donne, celebrata lo scorso 25 novembre, conferma la drammatica attualità di una grave problematica che sembra non volersi affatto affievolire.

Al riguardo continua incessante l’attività di contrasto posta in essere dai militari della Compagnia Carabinieri di Castelvetrano. Dall’inizio dell’anno, infatti, ammontano a circa una ventina le denunce di stalking e maltrattamenti in famiglia presentate ai militari dell’Arma nel solo comune di Castelvetrano.

COMUNICATO STAMPA DEL 2.12.2013 – Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano