falsi-disabili.jpg

L’Assessore alla solidarietà sociale, Dr.ssa Dorotea Tavormina, rende noto che sta per partire un giro di vite sui contrassegni per disabili concessi dall’Amministrazione, e che secondo la presidente dell’ Aias, Angela Puleo, sarebbero oggetto di un uso indebito da parte di alcuni utenti.

E così, nelle scorse settimane, è stata indetta una Conferenza di servizio dall’Assessore ai Servizi Sociali Tavormina su richiesta della locale Sezione A.I.A.S, alla presenza del Direttore del Settore Servizi al Cittadino, Giuseppe Barresi, del Comandante della Polizia Municipale, Vincenzo Bucca, e del Medico Legale dell’ A.S.P. Nel corso di un successivo incontro, ha avuto luogo la prima verifica a campione dei permessi di sosta riservati ai diversamente abili sui 513 pass in corso di validità e sono stati individuati i criteri di sorteggio totalmente legati alla casualità e al di sopra di ogni controllo locale.

L’individuazione dei primi 12 permessi di sosta riservati ai diversamente abili (indicati tra i numeri 176 e 895, disposti secondo l’ ordine cronologico numerico ascendente del numero assegnato al cartellino) è stata direttamente collegata all’estrazione dei numeri del lotto di sabato 12 dicembre u.s., ed è stato preso in considerazione il numero dell’ ordine cronologico che, nell’ immediatezza, sarà abbinato al numero del cartellino.

Questi i criteri:
1. Saranno presi in considerazione i primi due numeri estratti nelle prime sei ruote esclusa la ruota nazionale.
2. I primi due numeri estratti nella prima ruota saranno considerati nel loro valore reale, per cui le possibilità saranno comprese tra 1 e 90.
3. A ciascuno dei primi due numeri estratti nella seconda ruota sarà aggiunto il numero 90, per cui le possibilità saranno comprese tra 91 e 180.
4. A ciascuno dei primi due numeri estratti nella terza ruota sarà aggiunto il numero 180, per cui le possibilità saranno comprese tra 181 e 270.
5. A ciascuno dei primi due numeri estratti nella quarta ruota sarà aggiunto il numero 270, per cui le possibilità saranno comprese tra 271 e 360.
6. A ciascuno dei primi due numeri estratti nella quinta ruota sarà aggiunto il numero 360, per cui le possibilità saranno comprese tra 361 e 450.
7. A ciascuno dei primi due numeri estratti nella sesta ruota sarà aggiunto il numero 450, per cui le possibilità saranno comprese tra 451 e 540.

I 16 numeri così sorteggiati, e quindi i titolari dei corrispondenti contrassegni saranno i destinatari della prima verifica a campione.

I cartellini estratti corrispondono ai numeri dei cartellini di seguito elencati: 366 – 402 – 462 – 516 – 575 – 570 – 481 – 732 – 818 – 791 – 529 – 861. Il cartellino corrispondente al 529 non è stato ancora assegnato. Non vengono elencati i nominativi dei titolari dei cartellini da verificare in quanto vietato dalla legge sulla privacy.

L’Assessore Dorotea Tavormina precisa: “ Pertanto saranno convocati dall’ufficio Comunale incaricato del rilascio del pass per la verifica dei requisiti sanitari, tramite la certificazione medico legale rilasciata dall’ufficio legale del Distretto Sanitario di Castelvetrano, ad eccezione dei casi in cui la patologia compromette in modo rilevante e “visibile” la funzione deambulatoria- continua l’assessore- Questo il primo degli interventi programmati dall’Amministrazione Comunale per arginare il malcostume dell’uso illegittimo e dell’abuso dei permessi di sosta riservati ai diversamente abili, cioè a persone evidentemente in difficoltà non per propria scelta.” E sulla denuncia, lanciata sempre dall’Aias, che alcuni pass potrebbero essere intestati a disabili deceduti da tempo, il dirigente del settore , Giuseppe Barresi, afferma con sicurezza: “ Smentisco categoricamente questa ipotesi poiché i nostri uffici sono connessi con l’Anagrafe e quindi in tempo reale sappiamo dell’eventuale decesso del disabile ed attraverso l’invio di una lettera raccomandata intimiamo ai familiari di restituire entro 15 giorni il predetto contrassegno.”