Buon anno a tutti quelli che non hanno un lavoro,
a chi ce l’aveva e l’ha perso,
a chi credeva di averlo e invece non era vero.

Buon anno a quelli che lavorano il doppio e vengono pagati la metà.
Buon anno a chi riceve molto meno di quanto è scritto sulla sua busta paga
e a chi la busta paga non ce l’ha mai avuta.

Buon anno a chi crede di avere i santi in paradiso e invece ce li ha all’inferno.
Buon anno ai tanti che scrivono e ai pochi che leggono.
Buon anno a chi non riesce ad ascoltare, perché troppo preso a pensare a quello che dirà dopo.

Buon anno a chi non ha più il papà, perché la mafia gliel’ha ammazzato mentre collaborava con un giornale a cinque mila lire al pezzo.
Buon anno a chi non ha più il fratello perché è saltato in aria insieme ai ragazzi della scorta.
Buon anno a chi cerca di sensibilizzare la gente in giro per l’Italia e a chi sta tentando di farlo dal Parlamento Europeo.

Buon anno a chi riesce ancora a riconoscere le persone per bene.
Buon anno ai tanti che danno risposte e ai pochi che si pongono delle domande.
Buon anno a chi ha ancora la forza di non vendersi.
Buon anno a chi sente ancora l’esigenza di raccontare.
Buon anno a tutti.

Egidio Morici
www.500firme.it