Le ultime due partite del girone C si giocano contemporaneamente alle 20.30 di questa sera. L’avversario di turno è l’Irlanda allenata da Giovanni Trapattoni.

L’ex tecnico azzurro ha vissuto finora un torneo deludente, nel quale la sua squadra ha perso tutte le partite segnando un solo goal. Questo andazzo pero’ non tranquillizza la squadra italiana ne’ ,soprattutto , i suoi sostenitori : nelle precedenti partite la squadra di mister Prandelli e’ stata incostante, incapace di concretizzare la gran mole di lavoro prodotta e distratta nel difendere i vantaggi acquisiti. A causa dei due pareggi precedenti infatti una vittoria potrebbe non bastare agli azzurri che devono segnare molte reti e sperare che l’incontro tra Spagna e Croazia non si concluda con un pareggio con più di quattro goal.

A tal proposito sia il c.t. spagnolo DelBosque che il suo collega Bilic hanno dichiarato che il pareggio “combinato” non e’ nelle loro intenzioni, e, allo stesso modo, Prandelli sembra crederci. I tifosi Italiani invece sono scettici , scottati da quanto accadde nel 2004 , quando Danimarca e Svezia, nella stessa situazione di Croazia e Spagna, si accordarono tacitamente per un pareggio che qualifico’ entrambe ed estromise l’Italia.

Per tranquillizzare tutti bisogna pero’ ricordare che nel Mondiale del 1994 l’Italia trasse vantaggio da una situazione simile : inserita nello stesso girone di Norvegia ed Eire , la Nazionale di Arrigo Sacchi sarebbe stata eliminata se queste due squadre avessero pareggiato l’ultima partita segnando parecchi goal. Il tabellino recitò invece un pareggio a reti inviolate , che ci permise l’accesso agli ottavi di finale e la conseguente cavalcata conclusasi al secondo posto.

Più che preoccuparsi dei risultati altrui , Cassano e compagni dovranno quindi pensare a vincere e convincere per smentire i risultati precedenti e affermare con forza che il calcio Italiano non merita una simile eliminazione. Per questo li sosterremo ancora e grideremo tutti insieme : “Ale’ Italia!!”