Barbara Evola, una precaria siciliana con voce colma di emozione e rabbia, spiega ad Annozero le ragioni del suo dramma personale, dell’incubo collettivo di milioni di italiani.

«Ma lei è giovane… è anche carina…», queste le parole del Viceministro Castelli in risposta alle “lamentele” di Barbara.