Il Sindaco Felice Errante, unitamente all’Assessore alla Cultura, dr.ssa Angela Giacalone, rende noto che è stato emanato  un avviso Pubblico, rivolto alle Associazioni Teatrali del territorio di Castelvetrano, per promuovere una stagione teatrale che dia spazio ai talenti del territorio e al mondo dell’associazionismo.

L’iniziativa nasce in seguito agli incontri che l’assessore Giacalone ed i consulenti per le attività culturali, Giacomo Bonagiuso e Fabrizio Ferracane, hanno tenuto con i rappresentanti delle varie associazioni culturali e non solo del territorio, allo scopo di valorizzare le professionalità locali.

Il Comune intende allestire, presso il Teatro Selinus, nel corso dell’anno 2013, una stagione che possa portare alla riscoperta di quelle compagnie locali e di quegli artisti che meritano adeguata ribalta, atteso che le note ristrettezze di bilancio non consentirebbero l’allestimento di una stagione di spettacoli nazionali come veniva fatto nel recente passato.

A tal fine l’Ente esaminerà tutti i progetti di spettacolo teatrale  che perverranno,  entro e non oltre il 5 dicembre 2012 alle ore 12.00, presso il Teatro Selinus di Castelvetrano, in busta chiusa, con dicitura “AVVISO PUBBLICO STAGIONE 2013 TEATRO SELINUS” e che aderiranno allo  schema di convenzione.

L’Ente Comune metterà a disposizione delle Associazioni partecipanti, per una serata, il service audio e luci (consistente in n° 12 pc da 1000w con bandiere, portafiltri e filtri di conversione, 6 par 64 con scheda e porta filtro, n 1 dimmer da 12 canali, un mixer luci programmabile, un mixer audio, microfoni panoramici e due casse acustiche) nonché la disponibilità d’uso del teatro, delle quinte nere in dotazione, del personale e del fabbisogno elettrico. L’Ente Comune altresì predisporrà un cartellone pubblicitario e ne curerà l’affissione.

L’Associazione dovrà mettere a disposizione, per una serata, scene, costumi, cast, locandine (la cui affissione è a carico dell’Ente) e quant’altro necessario allo svolgimento della performance artistica. L’incasso della serata, tolto l’onere derivante dalla Siae, sarà così suddiviso: il 70% alla compagnia, il 30% all’Ente Comune.